Ragazzo di 22 anni finisce sott’acqua al Lago del Segrino

Pubblicato il

È in gravissime condizioni il giovane di 22 anni dopo essere finito sott’acqua al Lago del Segrino ieri pomeriggio 2 settembre. Alcune persone che passeggiavano sulle rive del lago sono riusciti a portarlo sulla terra ferma ma il ragazzo era in arresto cardiaco. Sul posto date le gravissime condizioni è arrivato anche l’elisoccorso del 118 che ha portato il 22enne in codice rosso all’ospedale di Legnano. Ora lotta tra la vita e la morte. Un’estate drammatica per il laghi, dove sono stati tantissimi gli episodi di annegamento.

Cosa è la sincope da idrocuzione

La sindrome da idrocuzione è una delle principali cause di morte dopo un tuffo. Non si sa ancora se questo è il caso del turista deceduto.

Letteralmente è una sincope da immersione rapida, specialmente in acqua fredda, caratterizzata da riflessi neurovegetativi che possono causare anche morte per arresto cardiorespiratorio o annegamento.

In pratica se la temperatura del nostro corpo è di circa 37°, quella del lago si aggira intorno ai 18°. Lo sbalzo termico, se ci si tuffa improvvisamente, è molto alto e in cervello va letteralmente in tilt.

“In quegli attimi, come riportato da molti siti di Croce Rossa, vengono interessati sia i centri di regolazione cardiaca che quelli respiratori (arresto cardiorepiratorio). Se invece non sono coinvolti i centri bulbari in modo letale, l’arresto di circolazione e di ossigenazione provoca comunque una sincope con perdita di coscienza”.

Se questa condizione dura più di qualche secondo si può arrivare alla perdita di coscienza, rischiando così la morte per annegamento.

Potrebbe interessarti

Carnevale di Cantù, salta anche la sfilata del 25 febbraio: come avere il rimborso

Un altro scherzo del maltempo e purtroppo la finale del Carnevale di Cantù prevista...

Incidente nella notte a Fenegrò, auto fuori strada ribaltata: paura per 3 giovani

Grande spavento questa notte alle 3.20 a Fenegrò in via Biella. Un'auto con a...

Forza il posto di blocco con una Mercedes svizzera: in auto armi rubate (e non solo)

Nel corso del pomeriggio di ieri 22 febbraio la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri...