Parolario 17 settembre: il ricordo di Federico Roncoroni

0
691
Parolario 2021

L’ultimo venerdì di Parolario inizierà al mattino al Liceo A. Volta di Como con l’incontro “Insegnare e raccontare: ricordo di Federico Roncoroni”. Proseguirà nel pomeriggio con Vincenzo Guarracino e il volume “L’infinito dal colle di Brunate”. La plant designer e esperta di giardini e paesaggi Laura Pirovano farà conoscere al pubblico il suo recente libro “Giardini di foglie”. Il professor Germano Maifreda presenta il suo recente lavoro “Italya. Storie di ebrei, storia italiana”, un volume per dimostrare che il passato italiano nei diversi ambiti può essere visto con occhi nuovi se si tiene conto dell’azione costruttiva di donne e uomini ebrei. Luciano Canova con “Favolosa economia” cercherà di estirpare l’idea di economia come una scienza triste, dimostrando che in realtà è una materia esaltante e facendo capire a tutti cos’è lo spread. La serata si chiuderà con la proiezione de “Il conformista” di Bernardo Bertolucci (1970, col., 112′).

Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti di venerdì 17 settembre

Alle 10.30 ci sarà l’incontro “Insegnare e raccontare: ricordo di Federico Roncoroni” è il secondo appuntamento presso il Liceo Volta, nell’aula Magna del Liceo si ricorderà la figura di Roncoroni, insegnante e punto di riferimento per molti studenti. La scomparsa, nel gennaio scorso, di Federico Roncoroni ha aperto un grande vuoto nel mondo della cultura e dell’editoria. Linguista, scrittore, editor, avidissimo lettore e amante dei libri (ha lasciato una biblioteca di circa trentamila volumi), il professor Roncoroni ha “contagiato” con il suo sapere generazioni di allievi. Quelli del Liceo classico Volta di Como, dove ha insegnato, ma anche i tanti che si sono rivolti a lui per sottoporgli un manoscritto e ricevere suggerimenti e critiche. Tutti hanno imparato qualcosa da lui: soprattutto l’amore per le lettere, la cura per il linguaggio e la curiosità per le parole, questi meravigliosi strumenti che ci consentono di esprimerci. Saranno presenti: Mario Schiani, Alessio Brunialti, Michela Musante, Elena Sada.

Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/168863626653

Alle 17.00 a Villa Olmo Vincenzo Guarracino presenterà al pubblico “L’infinito dal colle di Brunate” (Carlo Pozzoni Fotoeditore, 2021), un’antologia di 89 poesie di autori e autrici del presente o di un passato più o meno recente, accomunate dal fatto di poter disporre dell’archetipo leopardiano come di un’eco, di un’eredità insospettabile eppure giacente, disponibile a ogni uso e abuso, in una sorta di più o meno casuale donazione catenaria, e al tempo stesso di poter fruire delle bellezze naturalistiche di un locus amoenus come il territorio lariano, ispiratore da sempre di suggestioni e pensieri. Come dire che ognuno il proprio “infinito”, in un siffatto contesto, se lo scrive alla propria maniera, con modalità e valenze differenti, affidandosi a estri e umori, giusto come diceva di sé e della propria poesia Leopardi, sempre “al presente”.

Vincenzo Guarracino dialoga con Martina Toppi.

Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-linfinito-dal-colle-di-brunate-169166903763

Alle 18.00 a Villa Bernasconi la plant designer Laura Pirovano presenterà “Giardini di foglie” (Libreria della Natura Edizioni, 2021), il cui focus sono le foglie, le loro tessiture, forme colori, la loro funzione architettonica nel giardino. Dopo il saggio di Claudio Longo che ne spiega molto bene la fisiologia e le strategie di sopravvivenza, seguono una rassegna delle foglie più interessanti suddivise per forme e colori e alcuni suggerimenti di accostamenti che possiamo utilizzare nei nostri spazi verdi. Poi la parola passa agli esperti con i consigli di alcuni vivaisti, le proposte progettuali e le suggestioni di alcuni paesaggisti e, infine informazioni e piccole ricette di uno chef a proposito dell’uso gastronomico delle foglie.

Laura Pirovano dialoga con Anna Zottola. 

Prenotazione obbligatoria: https://www.villabernasconi.eu/eventi/parolario-incontro-con-lautrice-laura-pirovano/

Alle 18.30 a Villa Olmo Germano Maifreda con “Italya. Storie di ebrei, storia italiana” (Laterza, 2021), ripercorrerà vicende piccole e grandi nell’arco di diversi secoli, dimostrando che il passato italiano nei diversi ambiti (politico, economico, sociale, culturale, religioso) può essere visto con occhi nuovi se si tiene conto dell’azione costruttiva di donne e uomini ebrei; nonché delle influenze reciproche e delle tante forme di interazione avvenute tra loro e tutti gli altri abitanti della penisola. La maggior parte degli italiani non è abituata a pensare alla lunga storia del proprio Paese (tra Medioevo e Rinascimento, Controriforma e Risorgimento) anche come storia degli ebrei che pure, fin dall’epoca romana, lo abitarono ininterrottamente. Né, al contrario, la vitalissima storia ebraica nella nostra penisola è di solito concepita come parte integrante della storia italiana: la si pensa piuttosto come la parabola speciale di una minoranza emarginata, isolata, perseguitata; passiva di fronte agli eventi della “Grande storia” o colpita in negativo da essi in ondate ininterrotte di antisemitismo. L’autore rovescia questo paradigma, sostenendo che conoscere la storia degli ebrei è indispensabile per capire la storia d’Italia nel suo complesso.

Germano Maifreda dialoga con Franco Minonzio.

Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/168863811205

Alle 21.00 Villa Olmo Luciano Canova con “Favolosa economia” (Harper Collins, 2021) cercherà di far cambiare a tutti l’idea di economia come una scienza triste e punitiva, dimostrando che in realtà è una materia esaltante. Per farlo ha deciso di addentrarsi nel magico mondo dell’economia attraverso un immaginario insolito ma comune a tutti noi: quello delle favole e dei miti, di ieri e di oggi! Spiegare le politiche monetarie della Banca Centrale attraverso Alice nel Paese delle Meraviglie? Le scelte di investimento della matrigna di Cenerentola? I bias cognitivi di Cappuccetto Rosso, il debito pubblico con l’astronave “Morte Nera” di Guerre Stellari e le spese dell’Impero per mantenerla? E, ovviamente, i cosiddetti paesi PIIGS attraverso i tre porcellini? Si può! Anzi, si deve! Con ironia, intelligenza e competenza, Luciano Canova fa capire a tutti cos’è lo spread, e, tra teoria e pratica, dà tanti consigli utili a chi legge il libro.

Luciano Canova dialoga con Enrico Marletta.

Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/168863935577

Alle 22.30 a Villa Olmo verrà proiettato “Il conformista” di Bernardo Bertolucci (1970, col., 112′), un film diretto da Bernardo Bertolucci e tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia.
Marcello Clerici, spia della polizia politica fascista, si reca a Parigi in viaggio di nozze. La luna di miele è una copertura: all’insaputa della moglie Giulia, l’uomo deve eliminare un suo ex professore, ora dissidente politico.
Il film ha ottenuto una candidatura ai Premi Oscar e una ai Golden Globes, ha vinto un premio ai David di Donatello.

In collaborazione con TVM Cinema&Multimedia e Fondazione Cineteca italiana

Prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/168864252525

Gli appuntamenti di Parolario sono tutti a ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria

tramite link sul sito www.parolario.it per garantire il rispetto delle disposizioni governative.