“Sentieri di Pace” a Villa Bernasconi

Pubblicato il

Fino al 18 aprile 2022, nelle stanze di Villa Bernasconi a Cernobbio, un percorso alla scoperta dell’arte che respinge ogni tipo di guerra: “Sentieri di Pace”, una nuova mostra a cura di Aldo Premoli, in collaborazione con La Cernobbina Art Studio di Cernobbio e Associazione Mediterraneo Sicilia Europa Onlus.

Vista la straordinarietà dei fatti che stiamo vivendo in questo periodo, il Comune di Cernobbio, insieme ad Aldo Premoli e alla Cernobbina Art Studio, ha voluto ancora una volta valorizzare la cultura come strumento di sensibilizzazione e di “cura”. In occasione di “Sentieri di Pace”, il percorso di visita tradizionale sarà eccezionalmente rivisto per valorizzare le opere in mostra; Villa Bernasconi, un museo-casa, si dimostra come sempre un luogo accogliente, in dialogo con i propri ospiti e con la realtà che ci circonda. L’obiettivo dell’Amministrazione, che condivide questa e altre iniziative insieme ad Associazioni e Istituti Scolastici, rimane quello di promuovere una cultura di pace.

Il curatore Aldo Premoli si è adoperato per costruire una mostra accessibile a tutti, dai tre ai cento anni, con trenta opere che raccontano non solo della vicina guerra in Ucraina che tanto ci preoccupa in questo momento, ma più in generale di tutte le situazioni di conflitto. Pittura, disegno, scultura, video sono le tecniche utilizzate per indicare quanto sia ambiguo e complesso il mondo in cui viviamo.

“Sentieri di Pace” ci ricorda che la guerra raramente nasce dalla follia di un singolo. Può esplodere inattesa ma è sempre preparata da malesseri psichici e/o economici di interi popoli.

Fino al 18 aprile 2022 in mostra a Villa Bernasconi anche Le cronache del filo bianco, sempre a cura di Aldo Premoli e in collaborazione con La Cernobbina Art Studio e Associazione Mediterraneo Sicilia Europa Onlus. In esposizione dieci nuove opere dell’artista siciliana Rossana Taormina in un continuo con l’esposizione “Notturno”, attualmente in corso presso La Cernobbina Art Studio in Via Regina 69 sempre a Cernobbio. Alle foto di famiglia dei Bernasconi vengono affiancate altre foto ricordo, ritrovate in Sicilia sotto le macerie dei paesi distrutti dal sisma del 1968, e rielaborate dall’artista grazie a ricami realizzati con un elegante filo bianco.

La visita di entrambe le mostre è inclusa nel biglietto di ingresso al Museo, aperto dal venerdì al lunedì, 10:00-18:00 con prenotazione consigliata sul sito www.villabernasconi.eu.

Potrebbe interessarti

Arrestato a Arosio il 18enne evaso dai domiciliari

Questa mattina i Carabinieri di Mariano Comense hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di ripristino...

Le statue di Rosa e Olindo a Erba: il significato dell’opera di Nicolò Tomaini

Rosa Bazzi e Olindo Romano nella notte a Erba. Ma non si tratta di...

Lakes Rally Trophy 2024: si riparte dal rally dei Laghi

La seconda edizione del Lakes Rally Trophy è pronta ad aprire il sipario su...