Marker porta in scena la sua giovane e camaleontica voglia di stupire. Il Sociale diventa electro

0
811
MYSS KETA

TORNA MARKER 2019
una serata come sempre dedicata ai piu giovani in cui il Teatro Sociale si trasforma

ecco la presentazione ufficiale della serata

Teatro Sociale di Como
Sabato 6 aprile dalle ore 22.30

la locandina di marker

Per il quinto anno consecutivo, il Teatro Sociale di Como invita Marker per aprire il teatro, in una serata di musica e intrattenimento dedicata agli under 35. MARKER 2019 e in programma per sabato 6 aprile dalle ore 22.30, in un Teatro Sociale spoglio delle poltrone di platea, appositamente allestito, che si trasforma in una grande sala dove a farla da padrona e la musica, un importante impianto di lighting design e la voglia di stare insieme. Come sempre Marker non mancherà di stupire: progetto di intrattenimento culturale nato ad inizio 2014, con l’obiettivo di creare un format artistico originale per il panorama comasco e italiano, Marker riesce a dare vita a serate sempre nuove, sorprendendo il proprio pubblico con musica, intrattenimento, e soprattutto una forte impronta dall’indiscutibile valore sociale.

MYSS KETA protagonista di Marker

Main guest della serata sara M¥SS KETA“l’angelo dall’occhiale da sera”, che ha appena pubblicato il suo primo album dal titolo Una vita da Capslock, un vero e proprio viaggio interiore che ha portato M¥SS KETA a esplorare nuove sonorita, mostrando la maturita acquisita in questi anni. Performer situazionista, rapper dall’impronta punk e trasgressiva, icona pop, in questi anni ha infiammato i palchi dei maggiori festival e club di tutta Italia in un tripudio di techno, house, dubstep, rap, arrivando in televisione con Piero Chiambretti e Mara Maionchi. Gli altri protagonisti della serata saranno Splendore, artista queer popproducer e dj, membro del collettivo Ivreatronic, e Virginia W., fondatrice delle clubnight Just Cavalle Spiritual Sauna.

Proporre M¥SS KETA al Teatro Sociale di Como e stata una scelta non scontata e coraggiosa; alla fine, non poche sono state le argomentazioni che hanno portato a scegliere la rapper all’interno di una serata Marker, dedicata a suoi coetanei, di cui lei e beniamina; una serata in cui, tolte le file in platea, i giovani ballano e vivono il teatro come un luogo a loro vicino, provando un senso di appartenenza, che si crea secondo nuove modalita, gia sperimentate dall’AsLiCo.

M¥SS KETA, per una vita gia densa di contraddizioni, e creatura dei nostri tempi, di una contemporaneità dove l’ambizione, covata in maniera spasmodica, si fonda su valori non sempre condivisibili, sovente distorti, o diversi da quell’educazione, che cerchiamo di difendere il più possibile, e di cui il Teatro si fa baluardo in ogni attività.

M¥SS KETA e mimesi – e ne e consapevole e con consapevolezza ha costruito e gioca con la sua immagine – di un mondo, dove, per affermarsi, per raggiungere il potere, i giovani ricercano strade non convenzionali; ne emerge un ritratto molto poco lusinghiero e alquanto crudo della nostra società. La mimesi, la più cruenta, quella dissacrante, talvolta capace di suscitare fastidio o imbarazzo, come ci insegna Aristotele nella sua Poetica, e pero un mezzo efficace, per suscitare una ‘catarsi’, ed uscire dal momento performativo, avendo compreso cosa sia giusto perseguire, e cosa invece il destino punisce, quando le leggi scritte e quelle non scritte, ma inviolabili, vengono tradite. La stessa maschera che M¥SS KETA indossa, e che e diventata un segno identificativo del suo personaggio, ha una funzione catartica, come lei stessa ammette, perché l’ironia e la satira, nel ritrarre proprio le abitudini più trash…sono funzionali al racconto.

In un contesto, in cui il Teatro e sempre stato aperto a nuove sperimentazioni, in una libertà di espressione mai minata o censurata, usata sempre per ‘educare’, anche nei momenti più ludici, questa serata propone in palcoscenico la mimesi di un mondo che non si vorrebbe rivelare, che si fa fatica ad affrontare, che si potrebbe facilmente nascondere o ignorare.

Il Teatro e da sempre agorà, luogo preposto per affrontare ogni aspetto della nostra quotidianità, e palcoscenico ideato per suscitare emozioni forti, sulle quali riflettere, trarre una morale e degli insegnamenti, vincere l’indifferenza.

info e biglietti su http://www.teatrosocialedicomo.it