Domande da fare prima di prendere un cane

0
3255

Prima di aprire la nostra casa e il nostro cuore a un cane è fondamentale interrogarsi e valutare se effettivamente siamo pronti a fare questo grande passo.

Le questioni da valutare sono moltissime ma partiamo dalle più basilari:

1)Qual è il mio stile di vita? 

Ogni cane ha delle “motivazioni” legate alla razza di appartenenza che ne orientano il comportamento. Ovviamente, essendo una cosa estremamente soggettiva, prevedere il carattere di ogni cane è impossibile, è però possibile e necessario valutare le inclinazioni naturali legate ad ogni razza. Per fare un esempio, un Bulldog francese avrà atteggiamenti ed esigenze diverse rispetto a un Border collie, indipendentemente dal carattere. Quindi è giusto chiedersi: qual è il mio stile di vita? Un cane potrebbe essere compatibile con il mio stile di vita? Se si, quale cane? Quali sono le sue inclinazioni? Sono compatibili con me?

Lo stesso ragionamento vale per i meticci, che non sono altro che incroci di altre razze. Risalendo alle razze dei loro antenati si può fare una valutazione delle inclinazioni naturali di ogni individuo.

2) Ho una certa stabilità nella mia vita?

Prima di adottare un cane è fondamentale dare uno sguardo al futuro e ipotizzare a grandi linee tutti i cambiamenti che potrebbero esserci.
Ad esempio: la vita di uno studente universitario non può considerarsi stabile, una volta finiti gli studi la vita cambia in modo considerevole e bisogna accertarsi che questa cosa non comprometta la vita del nostro amico a quattro zampe.
Anche decidere di adottare un cane spinti dalla “solitudine da pandemia” non è forse la scelta migliore. È vero, ora abbiamo molto tempo a disposizione e trascorriamo moltissimo tempo a casa ma una volta tornati ai soliti ritmi chi si occuperà del cane?

3) Sono consapevole della quantità di tempo e di denaro che un cane richiede?

Un cane richiede soldi, molti. Potremmo paragonarlo a un bene di lusso.
Ho una stabilità economica che mi consente di prendermene cura adeguatamente? Non si può pensare di adottare un cane “andando al risparmio”, garantendogli solo il minimo necessario. Se decideremo di adottare un cane allora saremo completamente responsabili per quella scelta, non avremo scuse o scorciatoie.
Lo stesso ragionamento è applicabile al tempo che questi animali necessitano. Il cane è un animale sociale, deve sentirsi parte di un gruppo e deve essere coinvolto in attività sempre nuove all’insegna del divertimento, una passeggiata di 15 minuti al giorno non è sufficiente.

È importante sottolineare che questi non devono essere limiti ma dei semplici spunti di riflessione per una scelta più consapevole. Dopo esserci fatti queste domande potremmo scoprire di essere pronti ad accogliere un cane e di avere tutte le carte in regola per essere degli ottimi proprietari. Se invece ci sono ancora troppe incertezze e punti di domanda, è meglio pazientare ancora un po’ e aspettare che le condizioni siano più favorevoli.