Como 1907, il punto sulla rosa: tra arrivi, partenze e trattative

0
571
Il Dg Ludi e il CEO Wise (fonte sito ufficiale comofootball.com)

I lariani si preparano alla Serie B. Rosa già numerosa, per i top player serve tempo. E occhio agli over…

Il Como “rischia” di partire per il ritiro di Bormio (inizio il 9 luglio) con una rosa quasi completa. E’ già una notizia, un’ottima notizia visto che ci sarà più di un mese per mettere benzina nel motore in vista dell’esordio stagionale in Coppa Italia contro il Catanzaro (a metà agosto). Vediamo allora la situazione della rosa anche alla luce dei recenti movimenti di mercato.

PORTA: Facchin e Zanotti sono sotto contratto, il rinnovo di Bolchini dovrebbe essere alle porte. Un portiere di livello arriverà più avanti, per giocarsi il posto con Facchin: a quel punto potrebbe salutare Zanotti.

DIFESA: qui c’è già qualche volto nuovo. In mezzo è arrivato Varnier in prestito dall’Atalanta, giovane di talento che sta cercando di ritrovarsi dopo tanti infortuni. Va ad aggiungersi a Crescenzi, Solini e Bertoncini, più Allievi che sta recuperando da un brutto infortunio. La certezza è che arriverà un altro centrale, più esperto e fisicamente integro.
Sulle fasce: i titolari potrebbero essere Iovine e il nuovo acquisto Ioannou, motorino 25enne, nazionale cipriota che ha fatto bene ovunque tranne in Inghilterra ma che sembra avere i requisiti per fare il titolare, dopo il necessario adattamento. Le loro riserve al momento sono Bovolon, Toninelli (ma servirà tempo per recuperarlo) e Dkidak, ma vedremo se il mercato riserverà novità anche per queste caselle.

MEDIANA: qui è tutto abbastanza delineato. Sotto contratto ci sono Arrigoni, Bellemo, H’maidat e Celeghin. Quest’ultimo potrebbe partire in prestito e potrebbe arrivare una new entry.

TREQUARTI: insieme all’attacco è forse il reparto più sguarnito, si fa per dire. Al momento c’è solo Gatto, ma presto lo affiancherà Chajia, talentuoso esterno 23enne tutto dribbling che firmerà un biennale. C’è l’intenzione di riprendere anche Peli, se il recupero procederà bene. Ovviamente però servirà almeno un giocatore più affermato: Ludi e Wise stanno già sondando diversi nomi. E Terrani? Situazione in stand-by per ora, il suo ritorno non è scontato.

ATTACCO: qui le operazioni sono le più costose e delicate. In rosa per ora c’è solo Gabrielloni, più il giovane Walker. Anche qui la dirigenza è alla ricerca di un profilo che sia una certezza per la categoria, ma serve pazienza.

In sostanza il grosso della rosa numericamente è fatto. Mancano i nomi di spicco, quelli costosi. Arriveranno. Ricordiamo i vincoli che pone la Serie B: per quanto riguarda i giocatori nati dal ’98 in poi, il Como potrà averne senza limiti (quindi i vari Bovolon, Dkidak, Bolchini, Walker, Celeghin non occuperebbero slot). Il limite è sui giocatori “over”: possono essere massimo 18, il Como al momento ne ha già 14 (Facchin, Iovine, Bertoncini, Toninelli, Crescenzi, Allievi, Solini, Arrigoni, Zanotti, Gabrielloni, H’maidat, Bellemo e Gatto, più Ioannou appena arrivato).