Volley A2M: quarto tie-break consecutivo per il Pool Libertas, ma vince Ortona al PalaFrancescucci

0
501

Quarto tie-break consecutivo per il Pool Libertas Cantù. La Sieco Service Ortona ribalta il 2-0 iniziale imponendosi al tie-break. Ottima prova da parte di tutti e tre gli schiacciatori canturini, ben oltre i 20 punti ciascuno e con percentuali alte.

Coach Matteo Battocchio schiera Robert Viiber in regia, Matheus Motzo opposto, Matteo Bertoli e Romolo Mariano schiacciatori, Dario Monguzzi e Federico Mazza al centro, e Luca Butti libero. Coach Nunzio Lanci Deve rinunciare a Diego Cantagalli, quindi spazio a Dario Carelli come opposto, con Matteo Pedron al palleggio, Felice Sette e Michele Marinelli in banda, Michael Menicali e Michele Simoni al centro, ed Alessandro Toscani libero.

Nel primo set il Pool Libertas prova a scappare subito guidata dal suo capitano (5-2). Cantù è attenta in tutte le fasi di gioco, e un attacco out di Carelli convince Coach Lanci a fermare il gioco (11-6). Al rientro in campo l’inerzia del gioco non cambia, e il Coach abruzzese chiama anche il suo secondo time-out in poco tempo (14-7). Questa volta l’interruzione sembra giovare ad Ortona, che piano piano torna sotto (18-14). Pedron mura a uno Bertoli, e il divario tra le squadre è ai minimi termine (21-18). Uno scatenato Monguzzi (6 punti nel parziale) e una contestata invasione di Carelli riportano il distacco tra le squadre dove era prima (25-18). Un muro a uno di Mariano su Carelli consegna il parziale ai suoi (25-19).

Nel secondo set il Pool Libertas parte subito a razzo, con Mariano sugli scudi. In un attimo è 8-3, con Coach Lanci a fermare il gioco. La Sieco Service prova a reagire, ma Motzo ricaccia indietro i tentativi di rimonta (12-6). Cantù gioca bene, l’ingresso di Shavrak per Carelli non sembra scuotere gli abruzzesi, e Coach Lanci chiama il suo secondo time-out (19-13). Al rientro in campo la marcia dei canturini continua, Sette suona la carica, Ortona rosicchia qualche punto, e Coach Battocchio vuole parlarci su (23-19). Al rientro in campo Sette continua a martellare dai nove metri, ma il recupero non riesce. Una battuta out di Fabi consegna il set ai padroni di casa (25-21).

Il terzo set inizia con le squadre che lottano palla su palla e punteggio in perfetto equilibrio. Il primo strappo arriva con il muro di Menicali su Monguzzi, con Coach Battocchio che ferma il gioco (11-13). Un attacco di Marinelli confermato out dal videocheck, e il Pool Libertas torna sotto (13-14). Il cambiopalla della Sieco Service funziona alla perfezione, Carelli mura Bertoli, e Coach Battocchio vuole parlarci su (16-19). I canturini si scuotono, e Bertoli mette a terra la palla della parità a quota 19. Altro strappo di Ortona, con due ace consecutivi di Sette (19-23), e questa volta è quello decisivo. Chiude un errore in costruzione dei padroni di casa (20-25).

Nel quarto set la Sieco Service parte subito a razzo, e in un attimo è 2-7, con Coach Battocchio che ferma tutto. Al rientro in campo il Pool Libertas sembra scuotersi (5-8), ma Marinelli ricaccia indietro gli avversari (6-11). Motzo riporta sotto i suoi (10-13), ma un attacco out di Bertoli riporta il vantaggio esterno a +5 (10-15). Un ace di Mazza permette ai canturini di rosicchiare lo svantaggio (16-19), ma uno scatenato Sette ricaccia indietro i tentativi di rimonta. Cantù non molla, e un attacco di Mariano pare riaprire il parziale (20-21). Nel finale gli ortonesi ci credono di più, un attacco di Carelli manda il match al tie-break (22-25).

Ad inizio quinto set uno scatenato Motzo con due ace consecutivi lancia i suoi 5-2, con Coach Lanci che ferma il gioco. Al rientro in campo la Sieco Service rimette il punteggio in parità a quota 5 con Marinelli. È sempre l’opposto sardo a mettere a terra i due attacchi del nuovo doppio vantaggio canturino (7-5). Si lotta palla su palla, ma un attacco out di Motzo rimette il punteggio in parità a quota 10. Sette continua a martellare ribaltando la situazione, Coach Battocchio chiama due time-out in poco tempo, ma Carelli mette a terra la parallela che consegna set e match ai suoi (13-15).

Queste le parole di Coach Battocchio a fine partita: “Secondo me non c’è stato un vero e proprio calo da parte nostra alla fine del secondo set. C’è stato un giocatore avversario che è andato in battuta e ha fatto sfracelli. Quindi quando si perdono set di pochi punti, e con queste modalità è più merito dei nostri avversari che demerito nostro. Certo, noi siamo andati un po’ in difficoltà per questo, abbiamo sbagliato qualcosa, ma penso che abbiamo fatto bene in muro-difesa. Sono sincero: non è un calo prestativo da parte nostra, sono saliti molto loro e abbiamo perso di pochi punti ciascun set: insomma, abbiamo un po’ sbagliato a trovare le contromisure nei momenti chiave”.