Volley A2M: Al Pool Libertas non riesce il tris, Santa Croce passa al PalaFrancescucci

0
659

Non riesce al Pool Libertas l’impresa di centrare la terza vittoria consecutiva, e sarebbe stata la prima in casa dopo le due in trasferta a Lagonegro e Reggio Emilia. La Kemas Lamipel Santa Croce si impone infatti per 3-1 al PalaFrancescucci di Casnate con Bernate al termine di una prova molto solida.

Coach Matteo Battocchio deve rinunciare a Capitan Dario Monguzzi, quindi esordio in Serie A2 Credem Banca per Alessandro Gianotti in diagonale con Federico Mazza, con Matyas Dzavoronok al palleggio, Matheus Motzo opposto, Romolo Mariano e Matteo Bertoli schiacciatori, e Luca Butti libero. Coach Paolo Montagnani risponde con Alessandro Acquarone al palleggio, Wallyson Souza opposto, Leonardo Colli e Paolo Di Silvestre in banda, l’ex Gabriele Robbiati e Riccardo Copelli al centro, e Alessandro Sorgente libero.

Cantù – Santa Croce

Il primo set inizia in equilibrio, con nessuna delle due squadre che riesce a scappare a più di due punti (4-6, 8-10, 12-14). Dopo l’ace di Mariano che sancisce la parità a quota 14, il turno al servizio di Wallyson Souza è decisivo: il parziale di 2-6 è quello che di fatto consegna il parziale ai toscani. Il turno al servizio di Colli permette alla Kemas Lamipel di allungare ulteriormente, e un muro di Di Silvestre chiude il set (15-25).

Nel secondo set il Pool Libertas parte subito forte grazie a uno scatenato Mazza (8-4). E’ già l’allungo decisivo, con Cantù che lentamente aumenta il vantaggio fino al break finale di 5-0 sul turno in battuta di Gianotti. Un attacco fuori di Wallyson Souza ed è parità nel conto set (25-15).

Nel terzo set è la Kemas Lamipel a scappare subito avanti, con Coach Battocchio a fermare il gioco (1-5). Lentamente i toscani riescono ad allungare fino all’attacco di Colli che chiude un altro parziale di 0-4, con Coach Battocchio a chiamare il suo secondo time-out (5-14). A Santa Croce non resta che gestire il vantaggio, e chiude un attacco di Di Silvestre (16-25).

Il quarto set è il più combattuto. Il Pool Libertas prova ad allungare subito (5-2), ma la Kemas Lamipel pareggia a quota 9. Si prosegue punto a punto e con continui ribaltamenti di fronte, fino al time-out richiesto da Coach Montagnani sul 21 pari: al rientro in campo i toscani piazzano un parziale di 0-4, e un ace di Colli confermato dal videocheck chiude set e match (21-25).

Queste le parole di Coach Battocchio a fine partita: “Credo che non ci sia niente di offensivo o di sbagliato nel dire che loro sono superiori a noi. Hanno giocato molto bene, e quando una squadra gioca così bene in trasferta tu provi a fare il tuo. Sicuramente alcune cose sono da gestire meglio, sicuramente dobbiamo cambiare tanto come mentalità perché siamo troppo in balia degli avversari in alcune situazioni. Dobbiamo crescere, ma è palese che se fai giocare ragazzi giovani devi aspettarti queste cose perché fa parte del loro percorso di crescita. I giocatori non si sono risparmiati: io gli ho dato solo una regola, non mollare, e loro non l’hanno fatto, neanche nei set in cui abbiamo perso male. Credo che Santa Croce abbia vinto meritatamente, e io sono contento di quello che hanno fatto i miei ragazzi. Ci dà tantissimo su cui lavorare, però hanno dato tutto quello che potevano, quindi complimenti a loro, e anche a Santa Croce, che ha fatto una partita molto molto importante qui”.