Vinitaly 2018, anche il Lario grande protagonista negli stand di Verona

0
305

Ci sono anche i vini del territorio lariano al Vinitaly che si è aperto in queste ore a Verona (stand D1). Il Consorzio vini Igt Terre Lariane conta 19 soci che seguono l’attività di formazione, di ricerca e di promozione. I numeri sono sicuramente piccoli, ma sono in costante crescita, con un particolare impegno verso la sostenibilità ambientale anche se ancora di pochi ettari

Sono ormai diverse decine le imprese agricole che coltivano la vite nell’area brianzola di Montevecchia, così come nelle zone più settentrionali del lago fra il Ceresio e Domaso ma anche nella periferia del capoluogo comasco fra Montano Lucino e il Parco Spina Verde; in totale si producono quasi 3500 quintali di uva in un anno. Un numero non rilevante, ma significativo e , comunque, in costante aumento. Il Vinitaly 2018 servirà anche per questo: far conoscere e crescere la realtà lariana.

 

I vini del territorio hanno caratteristiche uniche: il particolare clima del lago di Como, determina importanti escursioni termiche fra la notte e il giorno che favoriscono, in condizioni ottimali, concentrazione di sostanze aromatiche nella buccia delle uve. Ne derivano vini di forte eleganza, soprattutto tra i bianchi, mentre Merlot e Pinot Nero rivelano una struttura di grande equilibrio. Sul territorio, tante produzioni di nicchia che hanno conseguito, negli anni, importanti premi.

Ed oggi al Vinitaly di Verona l’assessore al Marketing territoriale Simona Rossotti (sopra) ha incontrato i produttori del Consorzio vini Igt Terre Lariane ed i ristoratori del Lago di Como. L’incontro è stato utile per confrontarsi, verificare come il loro lavoro rappresenti un valore aggiunto per il nostro territorio, contribuisca a tutelarlo e a far crescere i giovani in questo settore lavorativo. A breve sarà fissato un incontro per valutare un percorso congiunto di valorizzazione e promozione dei nostri prodotti.