A Villa del Grumello la magia del cinema: proiezioni e aperitivi sul Lago di Como

Pubblicato il

Al via la rassegna “Villa del Grumello. Cinema”, tre domeniche dedicate alla settima arte esplorando, attraverso lo schermo, il tema del Limite inteso come attraversamento e tensione tra opposti: tra visibile e invisibile, tra un dentro e un fuori, tra appartenenza ed esclusione, tra aperture e chiusure, tra protezione e minaccia, tra omologazione e ribellione.

A giugno, per tre domeniche consecutive (9, 16 e 23) l’incantevole giardino del cedro della Villa si apre alla città e si trasforma in un’arena estiva affacciata sul lago con proiezioni serali di selezionati cortometraggi e lungometraggi provenienti dal circuito festivaliero mondiale, con la curatela di Massimiliano Fierro. La rassegna si completa, inoltre, con laboratori per i più piccoli al mattino (in tutte le tre domeniche) e per adulti la prima domenica 9 giugno, con tanto di aperitivo da gustare insieme alla proiezione dei cortometraggi, dalle 19,30. Ogni pellicola intreccia in sé più declinazioni semantiche, che scivolano l’una dentro l’altra nello spazio e nel tempo. Limite è tensione tra opposti, sconfinamento, spaesamento, trasformazione, ricomposizione.

Domenica 9 giugno

La prima giornata dedicata al cinema è domenica 9 giugno e si apre alla Serra del Grumello alle ore 11.00 con il laboratorio per bambini “L’illusione ottica del cinema: costruiamo un taumatropio” a cura di Francesca Lipari, Associazione culturale Sguardi. Segue, nel pomeriggio alle ore 15.30, il laboratorio di film making rivolto agli adulti “Esplorare il Limite nella Scrittura Cinematografica” a cura dell’attrice, regista e sceneggiatrice Guia Zapponi, G Film. Il workshop offre ai partecipanti l’opportunità di immergersi nel mondo affascinante della scrittura cinematografica e della sceneggiatura sviluppando una storia attraverso il filtro tematico del “Limite”.

Dalle 19.30 prendono il via le proiezioni con aperitivo: tre ricercati cortometraggi “La theorie des ensembles” di Marc Hericher, “Joyriders” di Rebecca Daly e “Self Portrait Post Mortem” di Louise Bourque.

A seguire, alle 21.30, il lungometraggio “L’angelo sterminatore” di Luis Buñuel, una delle opere che sintetizza meglio la poetica e lo stile del surrealista di Calanda. Nell’impossibile vicenda di un gruppo di alto-borghesi che non riesce a uscire da un salotto, il regista spagnolo costruisce una densissima riflessione attorno alla ritualità e all’illusione di una classe sociale corrotta. Il Film è riconosciuto per la sua atmosfera claustrofobica e il suo significato allegorico.

La seconda giornata

Nella seconda giornata, domenica 16 giugno, dalle ore 11.00 laboratori per i piccoli che si cimenteranno nella costruzione di un FlipBook con Francesca Lipari.

Si entra nel clou cinematografico a calar del sole dalle 19.30 con aperitivo nel parco e proiezione di tre cortometraggi “La memoria dei cani” di Simone Massi, “Il Provino” di Andrea Costantino e “Parallax” di Inger Lise Hansen.

Alle 21.30 il film documentario “La strada dei Samouni” diretto da Stefano Savona, vincitore dell’Oeil d’Or come miglior documentario al Festival di Cannes del 2018 (sezione Quinzaine des Réalisateurs). Il film segue la famiglia Samouni, sopravvissuta a un devastante attacco militare israeliano su Gaza. Attraverso animazioni e riprese dal vivo, il regista offre uno sguardo intimo sulla loro vita quotidiana e sulle loro sfide dopo la tragedia. Il documentario esplora il dolore, la resilienza e la speranza della famiglia mentre cerca di ricostruire le loro vite distrutte.

Chiude la rassegna la proiezione cinematografica L’onda

La terza e ultima domenica dedicata al cinema è il 23 giugno con la stessa formula, laboratori al mattino e proiezioni cinematografiche dall’imbrunire. Alle ore 11.00 Francesca Lipari guiderà i più piccoli nella realizzazione di un cortometraggio animato mentre all’ora dell’aperitivo, alle 19.30, i cortometraggi “Tango” di Zbigniew Rybczynski, “Danny Boy” di Marek Skrobecki e “Dropping furniture” di P.Horn e H.Hund.

Chiude la rassegna la proiezione cinematografica “L’onda” di Dennis Gansel, potente film pedagogico sull’ombra del totalitarismo nella società contemporanea e tratto da una storia vera.

La trama del film segue un insegnante di liceo che introduce un esperimento sociale per dimostrare il funzionamento di un regime autocratico. La sua classe forma un movimento chiamato “L’Onda”, che cresce rapidamente e sfocia in un’autorità oppressiva. Gli studenti abbracciano l’identità del gruppo con fervore, portando a conseguenze tragiche, mentre il loro esperimento sfugge al controllo. Il film esplora il potere del conformismo, l’evoluzione delle dinamiche di potere e i pericoli della manipolazione collettiva.

Informazioni

Laboratori bambini e adulti

Animazione cinematografica (dai 6 ai 12 anni), euro 10 a laboratorio

Film making (dai 18 anni): domenica 9 giugno, euro 30

Proiezioni e aperitivo

Aperitivo con cortometraggi euro 10
Proiezione cinematografica euro 10
Aperitivo cortometraggi e proiezione cinematografica euro 15

Programma completo e prenotazioni su www.villadelgrumello.it

L’accesso alla Villa è solo pedonale. L’ingresso al parcheggio per le auto è da via Bignanico.

Potrebbe interessarti

Maxi controlli dei carabinieri: sequestrati 43 chili di droga a Fino

Proseguono incessanti i controlli dei carabinieri della Compagnia di Cantù e degli Squadroni Carabinieri...

Qual è il miglior ristorante di sushi a Como secondo il Gambero Rosso

Sushi: combinazione perfetta tra le parole “su” (aceto) e “meshi” (riso), arte antica che...

Cade dall’autoscala mentre taglia dei rami: ferito grave un vigile del fuoco

Incidente a Cernobbio oggi 13 giugno in via Monte Grappa. Intorno alle 15 due...