Villa del Balbianello si trasformerà in un ideale palcoscenico d’opera, per LacMus Festival

0
1263

Opera a Villa del Balbianello 
Giovedì 4 luglio

Dopo la grande partenza della scorsa settimana, prosegue in Tremezzina da giovedì 4 luglio il Festival LacMus, con appuntamenti quotidiani fino a domenica 7 luglio.

Giovedì 4 luglio alle ore 19.00 Villa del Balbianello si trasformerà in un ideale palcoscenico d’opera, per una brillante carrellata di estratti da famosi melodrammi, affidati alle voci degli artisti in residence della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio, appartenenti alla classe di canto del mezzo soprano Sophie Koch.

Tra i titoli, estratti da Le nozze di Figaro Il flauto magico di Mozart, Il Cavaliere della rosa di Richard Strauss, le operette di Humperdinck, Offenbach e Johann Strauss, per terminare con i contemporanei Man of La Mancha di Wasserman e Candide di Bernstein.

 Biglietti:
Intero – Loggia (40,00 €) 
Biglietti esauriti
Ridotto – Loggia (20,00 €) Biglietti ancora disponibili

In occasione del concerto sarà attivo – per chi lo desidera – un servizio navetta in barca da Lenno a Villa del Balbianello con partenza dal pontile del Lungolago di Lenno (pontile vicino al Bar Sport) dalle 18 alle 19 e ritorno dalle 21

Costo per persona: euro 7 a/r (da pagare direttamente all’imbarco).

In alternativa, Villa del Balbianello è raggiungibile da Lenno con una facile passeggiata di circa 20 minuti.

 

Fino al 31 agosto è possibile visitare la mostra “E’ degli angeli un sorriso, questo lago, il verde, i fior – L’Incanto Musicale del Lago di Como”, allestita al  Museo del Paesaggio del Lago di Como a Villa Mainona di Tremezzo. Curata da Paola Colombo in collaborazione con un ampio pool di enti pubblici e di collezioni private, l’esposizione documenta l’importanza che alcune ville e località ebbero nello scenario culturale otto-novecentesco in quanto importanti salotti musicali. Saranno esposti documenti originali, tra cui spartiti, lettere, autografi, costumi di scena – testimoni di presenze illustri sul Lario, come Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi, Vincenzo Bellini, Giuditta Pasta, Maria Taglioni, Tito e Giulio Ricordi, Artur Schnabel.

La mostra, ad ingresso libero, è aperta dal giovedì alla domenica, negli orari 10-12 e 14-18.

LacMus Festival è organizzato dalla libera associazione culturale “Ars Aeterna”, con il sostegno del Comune di Tremezzina e la collaborazione della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio.