Villa Bernasconi, tutti gli eventi di settembre

0
1192
ph Andrea Butti

Stanno ormai diventando appuntamenti fissi e attesi i concerti del lunedi sera a Villa Bernasconi a Cernobbio (CO) che il Comune di Cernobbio organizza con la collaborazione della Fondazione La Società dei Concerti.

E anche la chiusura della mostra “Fiori narrati” con nove selezionatissime opere di alcuni fra i più noti pittori e illustratori a cavallo fra Otto e Novecento, tra cui una rara litografia di Alphonse Mucha sarà spostata al 6 gennaio 2021.

Di seguito il programma dei concerti.

14 settembre, ore 21.00

Alberto Navarra, flauto

Mery Rui Xu, pianoforte

Programma

  1. Debussy Syrinx per flauto solo

F.J. Haydn  Sonata in do maggiore Hob XVI nr. 50 per pianoforte

  1. Mendelssohn Rondò capriccioso in mi minore op 14 per pianoforte
  2. Schubert  Sonata in la minore D821 arr. per flauto e pianoforte

Alberto Navarra, flautista piemontese e Mery Rui Xu, pianista cinese si incontrano  in Villa Bernasconi per dare vita ad una serata di straordinaria invenzione lirica e soffusa malinconia con l’esecuzione della sonata Arpeggione (nell’arrangiamento per flauto) di Franz Schubert. Completano il programma una sonata di Haydn per pianoforte e il salottiero rondò capriccioso di Mendelssohn, oltre al brano per flauto solo di Debussy, ispirato all’amore del dio Pan per la ninfa Syrinx.

21 settembre, ore 21.00 (nell’ambito di “Qui c’è campo”)

Ivanna Speranza, soprano

Enrica Ciccarelli, pianoforte

Programma

  1. P. Tosti La Serenata
  2. P. Tosti L’ultima canzone
  3. P. Tosti Aprile
  4. P. Tosti A’ vucchella
  5. B. Viotti  Ah rammenta, oh bella Irene
  6. B. Viotti Dis moi ce que j’éprouve
  7. Chopin Ballata in sol minore op 23 per pianoforte
  8. Viardot Chançon melancolique
  9. Viardot  Hai Luli!
  10. Chaminade Viens, mon bien aimé
  11. Chaminade L’été!

Un secondo appuntamento in Villa Bernasconi con Ivanna Speranza, soprano argentino versatile e intelligente che inanella, con la complicità della pianista Enrica Ciccarelli, un programma di romanze da camera. Oltre all’amato Tosti e a due rarità di Giovanni Battista Viotti, Ivanna propone brani di Cecile Chaminade, compositrice francese che Bizet definì “il mio piccolo Mozart” e Pauline Viardot, grande mezzo soprano di origine spagnola, sorella di Maria Malibran, amica di Chopin con cui collaborò a lungo e del quale trascrisse alcune mazurche per voce e pianoforte. Ma il recital vuole soprattutto essere un omaggio a Cernobbio Città fiorita: i fiori di “Aprile”, la rosa de “L’ultima canzone” e la “Serenata” cantata dal balcone fiorito di Tosti; e poi i profumi dei fiori e dei boschi ne “L’été” di Chaminade, e gli arabeschi floreali di Viardot.

28 settembre, ore 21.00

Nicoletta e Angela Feola, duo pianistico

Programma

  1. Schubert   Fantasia in fa minore op. 103 – D. 940
  2. Brahms      16 Walzer op. 39
  3. Debussy    Petite Suite

Suonare in due vuol dire “giocare” con la musica, prendersi per mano in un girotondo nel quale anche il pubblico partecipa.  Nicoletta e Angela suonano insieme da sempre, sono nate e cresciute come un duo fin dal loro primo approccio allo strumento, sono una delle poche formazioni italiane nate “sui banchi di scuola”.  Con il programma a 4 mani proposto a Cernobbio, l’intento delle due pianiste è quello di ricreare la magia che si respirava nei salotti dell’Ottocento e sicuramente anche in Villa Bernasconi. Dal capolavoro di Schubert (Fantasia in fa minore) ai valzer di Brahms, fino alla Petite Suite di Debussy che, accanto ad accenti spagnoleggianti e giocosi, anticipa l’elemento estetico e puramente decorativo dell’”arabesco” che ben si addice all’architettura e allo spirito del gioiello liberty di Cernobbio.

 

Biglietti a 10 euro con prenotazione obbligatoria su  www.soconcerti.it – email: info@soconcerti.it – tel 0266984134

Prorogata al 6 gennaio 2021 la chiusura della mostra “Fiori narrati”,

L’esposizione molto curata che presenta 9 selezionatissime opere di alcuni fra i più noti pittori e illustratori a cavallo fra Otto e Novecento, per i quali la bellezza femminile e quella della natura non erano intese solo come pura decorazione, ma interpretavano il sogno di un universo di eleganza e armonia da ricercare fra le mura domestiche.

Tra le opere esposte si segnala in particolare la grande e rara litografia su tela di Alphonse Mucha (1860-1939) intitolata “Les fleurs, realizzata per Home Decor nel 1894 e proveniente dalla collezione della Fondazione Arte Nova. Un’opera realizzata da Mucha all’inizio della sua carriera di illustratore, con uno stile ancora distante dai poster che lo hanno reso celebre. Dialogano con quest’opera tre litografie su carta, di una serie di quattro, del 1898, sempre di Mucha, che rappresentano donne con fiori: il garofano, l’iris e la rosa.

L’esposizione “Fiori narrati” è a cura di Elena Franco, direttore artistico di FAN – Fondazione Arte Nova.

Nell’ambito della mostra si terranno due corsi di pittura su seta condotti da Rosanna Pressato: “Dipingimi su seta”.

IL MUSEO DI VILLA BERNASCONI

Inaugurato nel 2017, il Museo di Villa Bernasconi è un’originale realtà museale ospitata nell’omonima splendida villa liberty a Cernobbio, sul Lago di Como. La villa venne edificata tra il 1905 e il 1906 su progetto dell’architetto Alfredo Campanini come “casa alla moda” per l’ingegnere Davide Bernasconi che, di origine milanese, fondò le omonime Tessiture Seriche a Cernobbio sul finire del XIX secolo.

Concepita non come un museo nel senso tradizionale del termine, bensì come un’esperienza fatta di suggestioni e connessioni guidate dalle #vocidivilla, offre ai visitatori un percorso innovativo e interattivo tra contenuti multimediali, oggetti e documenti storici in prestito da collezioni museali e private, ma anche attraverso esperienze multisensoriali.

Il museo è il fulcro di “Liberty Tutti”, progetto sviluppato dal Comune di Cernobbio in partenariato con la Cooperativa Sociale Mondovisione per creare un modello di gestione sostenibile di Villa Bernasconi che valorizzi il coinvolgimento dei giovani, sia in termini di creatività che di professionalità, avvalendosi anche delle nuove tecnologie. Per questo motivo le installazioni interattive sono state realizzate da Sfelab, Olo Creative Farm, Rataplan, Antiorario Video.

“Liberty tutti” è cofinanziato da Fondazione Cariplo (Bando Patrimonio Culturale per lo sviluppo. Anno 2015). L’iniziativa è stata inoltre realizzata con il contributo di Regione Lombardia (Bando Territori Creativi, finalizzato alla promozione dei temi moda e design attraverso le nuove tecnologie) e prevede il coinvolgimento, a vario titolo, di numerose e importanti istituzioni museali e culturali del territorio e non solo, come la Pinacoteca Civica di Como, il Museo della Seta, il Teatro Sociale di Como, l’Associazione Arte&Arte, Como Città dei Balocchi, Fondazione Alessandro Volta, Fondazione Arte Nova.

INFORMAZIONI E CONTATTI

Villa Bernasconi è aperta: venerdì, sabato, domenica, lunedì e festivi dalle 10 alle18.

Biglietto unico: 5,00 euro. Gratuito under 14, over 75, cernobbiesi, disabili e accompagnatore e altri casi su www.villabernasconi.eu

Prenotazione obbligatoria su www.villabernasconi.eu (consigliato pagamento on line, in caso di pagamento in contanti alla biglietteria si richiede di corrispondere la somma esatta)

Al momento della prenotazione saranno inviate tutte le informazioni di sicurezza e le modalità di svolgimento della visita.

Durata della visita: 1 ora.

Il biglietto darà diritto ad una successiva visita gratuita senza limiti orari appena l’emergenza lo consentirà.

Sarà inoltre possibile acquistare un abbonamento “Ospite per un anno” valido fino al 31/12/2021 al prezzo scontato di 10 euro invece di 15.

Contatti: Tel. 031.3347209  e-mail villa.bernasconi@comune.cernobbio.co.it

www.villabernasconi.eu

Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest