Vaccino anti Covid in Lombardia, Moratti: “Avremo per primi l’immunità di gregge”

0
501
Letizia Moratti, Foto Instgram @glowsamy

In Lombardia “maggio sarà il mese della svolta sulle vaccinazioni contro il Covid”, queste le rassicurazioni di Guido Bertolaso, consulente di Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, per l’attuazione del piano di vaccinazione.

L’assessore di Regione Lombardia al Welfare, Letizia Moratti, crede fortemente nelle parole del collega Bertolaso “la Lombardia sarà la prima regione che raggiungerà l’immunità di gregge grazie alla campagna vaccinale”. Ad oggi un milione di cittadini della Lombardia sono stati immunizzati con entrambe le dosi, 2,5 milioni hanno ricevuto la prima dose del vaccino. Il dato lombardo sulla vaccinazione degli over 80 e over 75 è meglio della media nazionale.

Le somministrazioni stanno procedendo a ritmo forzato e hanno superato il traguardo delle 100mila dosi giornaliere.

Entro maggio arriveranno 15 milioni di dosi che diventeranno 30 milioni a giugno.
“La Regione è in attesa di circa 750 mila dosi: 364 mila di Pfizer e 315 mila di AstraZeneca”, ha anticipato Moratti nel suo rapporto alla commissione Sanità del Pirellone.
Repubblica.it anticipa che oggi è previsto l’arrivo di 42.900 dosi di Moderna, 315.300 di siero Pfizer e 26.700 di Johnson & Johnson. Per un totale complessivo di 384.900 dosi. Mercoledì dovrebbero essere consegnate altre 363.870 dosi di Pfizer. Lunedì 10, 61.550 di siero Moderna. Mercoledì 12 altre 369.720 di Pfizer. Il 17 altre 61.550 di Moderna e il 19 un ulteriore fornitura di 361.670 dosi di vaccino prodotto dalla multinazionale farmaceutica americana Pfizer. In questo modo, il totale della consegne dal 26 aprile a 19 maggio arriverà a superare due milioni di dosi. Di cui la parte del leone spetta sempre a Pfizer con quasi 1,3 milioni di dosi. Seguita da AstraZeneca con 337.700 dosi, Moderna con 205.800 e Johnson & Johnson con appena 26.700 vaccini.
In Lombardia il totale delle somministrazioni ha superato quota 3,5 milioni: oltre due milioni di donne e di più di 1,4 milioni di uomini.
Queste cifre confermano che la Lombardia è la prima tra le regioni nella classifica sulle somministrazioni.