Un premio Oscar in Val d’Intelvi: John Casali prende casa a Cerano. Per lui una festa di benvenuto

0
1360
John Casali, il primo da destra con la prestigiosa statuetta nelle mani

John Casali, figlio di emigrati piacentini, la cui famiglia è originaria di Morfasso, in val d’Arda, ha vinto la statuetta per il miglior sonoro di “Bohemian Rhapsody”, il film uscito nelle sale nel 2018 e che celebra i Queen e il loro frontman Freddie Mercury.

il Premio Oscar John Casali

Ora il professionista londinese ha preso casa a Cerano Intelvi, un posto tranquillo, dove passare del tempo in mezzo alla natura e lontano dalle riverberanti luci hollywoodiane

Tutta la Valle ha deciso di accogliere al meglio l’illustre personaggio, in testa il sindaco di Cerano, Oscar Gandola, con una giornata di festa in suo onore. un benvenuto speciale che si terrà sabato 15 giugno a San Fedele

La giornata speciale, chiamata, ad togliere ogni dubbio “Una Giornata da Oscar”, si accenderà alle 16 con una conferenza stampa presso la sala consiliare. Alle 17 seguirà un aperitivo nel parco antistante il municipio, dove risuoneranno le note dei giovani musicanti della Valle con un tributo ai Queen. Alle 21.30, a Villa Somaini, seguirà la proiezione del film “Bohemian Rhapsody”. In caso di maltempo il film sarà proiettato nel teatro di Castiglione. Collaborano all’organizzazione dell’evento l’Associazione Civica di volontariato per Castiglione e la Compagnia Teatrale Città di Como

John Casali, il primo da destra con la prestigiosa statuetta nelle mani

Il padre di John Casali, Livio è nato a Casali di Morfasso nel 1932 e nel 1950 emigrò insieme ad altri compaesani a Londra dove lavorò come ristoratore e come pasticcere; e dove nacque John, il primo di due figli (la sorella si chiama Angela). Appena sposato, John iniziò a lavorare sui set insieme al suocero e successivamente come tecnico del suono. Ora con lui lavora anche il figlio.

Casali ha lavorato in tantissime produzioni e film ottenendo numerosi i riconoscimenti e  premi.

Il territorio comasco aggiunge, quindi, una star del grande cinema, seppur in un ruolo tecnico, al suo già ricco elenco di presenze ed estimatori