Un fiore e un nome per ricordare le vittime innocenti delle mafie, la campagna social di Libera

0
2871

Il 21 marzo si celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in memoria di tutte le vittime innocenti della mafie. Quest’anno è la venticinquesima giornata in cui vengono le ricadute le vittime innocenti, donne, uomini e bambini uccisi brutalmente dalle organizzazioni di stampo mafioso.

L’associazione Libera ha creato una campagna social per celebrare questa giornata. L’idea è quella di condividere una foto con il nome di una delle vittime innocenti della mafie e un fiore per ricordarla e come segno di vicinanza ai suoi familiari.

Noi della redazione di ComoCity abbiamo scelto di ricordare Lea Garofalo uccisa dalla ‘ndrangheta nel 2009 perché voleva combattere per costruire un futuro migliore per la figlia Denise.

Anche il presidio di Libera Como si è preparato all’arrivo del 21 marzo con l’iniziativa “conto alla rovescia” raccontando quotidianamente la biografia di alcune vittime della mafia. Anche il coordinatore di Libera Como, Stefano Tosetti, ha partecipato alla campagna social in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Giovanni Molteni di Lurago d’Erba dedica il suo fiore a Peppino Impastato