L’avventura continua: Tecnosport Rally con 6 equipaggi alla Dakar Classic 2024

Pubblicato il

Nel cuore dell’impervio deserto, tra dune e orizzonti senza fine, il 5 gennaio ha preso il via l’epica avventura della Dakar 2024. Un evento che va oltre la competizione, una prova di resistenza, strategia e pura passione per il motorsport. Per la Dakar Classic concorrono 77 equipaggi attesi al traguardo del 19 gennaio a Yanbu, dopo un percorso mozzafiato di 7.900 km tra trasferimenti e prove speciali.

In questo scenario unico, il Team Tecnosport Rally ha già dimostrato la volontà di lasciare il segno schierando sei equipaggi: cinque auto tra Nissan Terrano I e II, Pathfinder, Toyota BJ71 e Isuzu Vehicross e il più anziano del gruppo, camion Iveco Magirus, detto “Musone”.

Il patron di Tecnosport, il team italiano (e comasco), è Maurizio Traglio ma l’intera squadra è capitanata da Massimiliano Guarisco di Como (Albate) che ha all’attivo niente meno che 22 Dakar dove coordina il suo staff di tecnici e meccanici che sono il cuore delle auto e della manifestazione

Già nella prima settimana di prove sono emersi il carattere e il potenziale degli equipaggi, soprattutto delle new entry in squadra come il pilota di aerei Filippo Colnaghi, fresco dall’Italian Baja di Pordenone e Stefano Fabiano, esperto di gare off road dal 1992, ora copilota della Nissan Terrano I. Trascorsa poco più di una settimana dall’inizio della gara, si trovano alla 21esima posizione nella classifica generale.

Il team Tecnosport

Tecnosport ha dato il benvenuto anche a Juraj Sebalj, 12 volte campione nazionale e 4 volte vincitore del Rally di Croazia e Ivan Vidakovic, pilota di droni ed esploratore per National Geographic. Il duo croato ha per ora piazzato la Nissan Terrano II al 14esimo posto.
Determinato a conquistare il podio già raggiunto nel 2023, l’equipaggio torinese Paolo Bedeschi e Daniele Bottallo ritorna in gara con la Toyota BJ71 e parte subito con il piede giusto. Al tramonto dello stage 7 si trova alla terza posizione nel general raking con un distacco di solo un punto da Lorenzo Traglio, portavoce della famiglia Traglio e appassionato di sfide e Rudy Briani, navigatore con grande esperienza in prove di velocità e gare di regolarità come il Monte Carlo Storico.

Altra novità per il team è la partecipazione di Fabrizia Pons come navigatrice di Luciano Carcheri, uniti per affrontare il deserto saudita dopo aver fatto la storia nei propri campi. Lui, ha iniziato la Dakar in sella alla sua moto negli anni ’90, lei con una straordinaria storia alle spalle di off road già dalla fine degli anni ’70. Si posizionano al 37esimo posto a bordo dell’Isuzu Vehicross.

Nel deserto
Nel deserto

Chiude la fila, alla 48esima posizione, il trio Giuseppe Simonato, Monica Buonamano e Alessio Bentivoglio che pilota la grande novità della schiera del Team Tecnosport Rally, il camion Iveco Magirus 4×4 detto “Musone”, classe ’87.
Simonato è “solo” alla sua 18esima edizione a bordo di un Magirus e si affida all’esperienza da navigatrice di Buonamano, che partecipa dal 1991 a competizioni rally raid nazionali ed internazionali e alla conoscenza del meccanico Bentivoglio.

“I meccanici sanno il fatto loro”

“Portate a casa 7 delle 12 tappe, ora l’obiettivo è tagliare il traguardo con tutti i mezzi” afferma Massimiliano Guarisco, detto Max, Capitano della squadra Tecnosport con 23 Dakar in tasca. Il team ha dato grande supporto a tutti gli equipaggi intervenendo prontamente su guasti tecnici e lavorando senza sosta, anche in notturna, per garantire la partenza dei veicoli all’indomani dell’inizio tappa.
“I meccanici sanno il fatto loro – aggiunge Max – Ale, Alessandro Gherbesi, di Dakar sulle spalle ne ha 15, il Fuma, cioè Angelo Fumagalli, ne ha 20, Alfredo Milanesi, detto Alfred ne ha 18, mentre Luca, Gianluca Pizzi e Adam Kechrid sono entrati in squadra l’anno scorso. Per arrivare in fondo servono i mezzi pesanti, infatti abbiamo con noi un Iveco 6×6, un furgone Nissan e un’auto assistenza veloce.
Di esperienza ne abbiamo da vendere e anche i nostri equipaggi, non vediamo l’ora di vederli salire sul palco delle premiazioni”.

Potrebbe interessarti

Doppia allerta meteo su Como e in Lombardia

Doppia allerta meteo per la Lombardia e Como. Da ore sta nevicando sulle prealpi...

Como, rapina in stazione: arrestati due ragazzi di 17 e 18 anni

Rapinano un signore presso la stazione di Como Camerlata: 2 arrestati dalla Polizia di...

Sul Lago di Como riapre il Musa, l’hotel di lusso che tratta bene i suoi dipendenti

Dopo una breve pausa invernale il MUSA la struttura affacciata sulle rive del Lago...