Stadio Sinigaglia: ecco i programmi del nuovo sindaco

0
2934

Il Como 1907 aspettava l’elezione del nuovo primo cittadino, ora inizia la missione-concessione. Rapinese ha già dato il suo parere

Si attendeva il nuovo interlocutore e ora c’è. Sarà Alessandro Rapinese la persona con la quale il Como dovrà dialogare per ottenere la concessione di 99 anni dello stadio Sinigaglia, ma anche per sviluppare il progetto di riqualificazione dell’impianto e dell’area circostante. La società spera di incontrare il nuovo sindaco il prima possibile, già nel primo mese di mandato, così da mettere subito le basi per questo accordo importantissimo per la città e ancor di più per il club e i suoi tifosi.

Che tipo di controparte si troveranno di fronte Ludi e Wise? In campagna elettorale Rapinese ha puntato moltissimo sullo sport, facendone una delle sue bandiere. Niente fantomatici stadi nuovi in periferia, però. Citiamo dal programma elettorale: “Al fine di consentire alle associazioni sportive del nostro territorio di poter pianificare i giusti investimenti, allungheremo a dismisura la durata delle nuove concessioni … Le concessioni conterranno una serie di clausole che, se non rispettate, porteranno espressamente alla risoluzione delle stesse“.

E ancora: “Nei primi cento giorni di mandato incontreremo i rappresentanti del Como 1907 e studieremo una solida concessione che sprigionerà investimenti tali da rendere lo stadio Sinigaglia, e l’adiacente area, belli, in ordine e funzionali. Con loro ‘giocheremo’ la partita più dura: limitare i disagi per la città. Quando il Como giocherà, battelli, pullman, treni e nuovi parcheggi saranno parte dello spettacolo. PS: La società Como 1907 oggi ha una proprietà di tutto rispetto e noi siamo orgogliosi che abbia scelto di investire proprio nella nostra, e ora anche loro, Como“.

Quindi l’intenzione è di agevolare gli investimenti della proprietà. Rimarranno solo parole stampate su un programma elettorale o si tradurranno in fatti concreti? Di sicuro la prospettiva di assegnare al Como 1907 una concessione lunga e di ampliare parcheggi e servizi di trasporto in occasione delle partite è stuzzicante. Il nuovo sindaco ha detto che incontra spesso Ludi anche in occasioni informali e questo è positivo. Riguardo alle clausole nominate sopra, Rapinese ha intenzione di tutelare Palazzo Cernezzi in caso di eventuali passaggi di proprietà. In sostanza: concessione lunghissima a questa società, ma se il club passasse di mano a chissà chi, allora l’accordo dovrebbe essere riconfermato dal comune. 

Per quanto riguarda la squadra, Ludi e Wise ci stanno smentendo. Avevamo la sensazione che avrebbero atteso le mosse altrui prima di assicurarsi il grande nome in attacco, invece la trattativa per Cerri è quasi chiusa. C’è l’accordo col Cagliari per un prestito oneroso con obbligo di riscatto, manca ancora qualche dettaglio col giocatore ma la conferma del centravanti è vicina. Ancor più imminente l’acquisto di Liam Kerrigan, trequartista irlandese classe 2000: il suo triennale attende solo di essere firmato. Si spera che la scommessa d’oltremanica vada meglio rispetto a Walker, Agyakwa e McNulty che non lasciarono il segno. Per quanto riguarda Parigini, si continua a lavorare ai fianchi il Genoa nella speranza di riportarlo sul Lario. Servirà attendere sia per lui che per il portiere, ruolo al momento scoperto.