Sport, finanziamenti regionali per organizzazioni eventi fino a 15mila euro per evento

0
640

La Giunta regionale ha approvato i criteri che permetteranno agli organizzatori delle manifestazioni sportive di accedere ai fondi di sostegno regionale. Sono stati stanziati 1 milione di euro a fondo perduto per il sostegno delle manifestazioni sportive.

“Si tratta nel complesso di un milione di euro – chiarisce Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza con delega a Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi – che saranno destinati come contributo per la realizzazione sul territorio regionale di manifestazioni sportive senza fine di lucro, nel periodo dal 1° aprile 2021 al 31 marzo 2022. Il bando – spiega Rossi – sarà pubblicato entro maggio sul sito della Regione“.

“Con questa misura importante – prosegue Rossi – si conferma il pieno sostegno della Giunta alla ripartenza dello sport regionale. L’organizzazione degli eventi sportivi è fondamentale per il territorio. Questo anche per l’immagine e la promozione della Regione, sia a livello provinciale, sia nazionale e internazionale. Per questo abbiamo deciso di stanziare risorse significative a favore di chi, come noi, crede nei valori dello sport e avrà il coraggio di lanciarsi, in un momento difficile come questo, nell’organizzazione di eventi di una certa rilevanza”.

Tre fasce di contributo, sino a 15.000 euro per evento

  • Per ottenere il contributo sarà obbligo, per gli eventi organizzati dopo l’uscita del bando, aver chiesto il patrocinio della Regione Lombardia.
  • Per l’attribuzione del punteggio valido per la graduatoria verranno valutate la considerazione della rilevanza e della storicità della manifestazione.
  • Altre voci che contribuiranno al giudizio finale sono: eventuale coinvolgimento di più province, campus estivi sportivi, sostenibilità, copertura mediatica, rete – partenariato e premialità.
  • Il contributo sarà dato dal disavanzo tra le spese e le entrate ammesse e validate in fase di rendicontazione.

“L’agevolazione prevederà un’erogazione a fondo perduto – chiarisce, infine, Rossi – da modulare su tre fasce, a seconda del punteggio ottenuto. Si parte con un contributo sino a 6.000 euro. Per le manifestazioni di valore intermedio sono previsti sino a 10.000 euro. Per quelle più rilevanti la Regione parteciperà con un massimo di 15.000 euro”.