Servizi scolastici: esenzioni per i bambini ucraini fuggiti dalla guerra

Pubblicato il

A seguito di un tavolo di lavoro che ha coinvolto il sindaco Mario Landriscina, l’assessore Elena Negretti delegata dal sindaco al coordinamento delle azioni per far fronte all’emergenza umanitaria conseguente alla guerra in Ucraina, l’assessore Alessandra Bonduri con delega all’Istruzione e l’assessore alle Politiche sociali Angela Corengia, su proposta del settore Politiche educative la giunta comunale ha deliberato l’esenzione totale dal pagamento della mensa, del pre e del dopo scuola per tutto l’anno scolastico in corso i bambini ucraini fuggiti dalla guerra e accolti sul territorio comunale. Si tratta di una misura d’emergenza e provvisoria: nel caso in cui dovessero permanere le necessità di mantenimento delle agevolazioni scolastiche oltre questo anno scolastico, verrà proposta al Consiglio comunale la modifica del regolamento.
Per quanto di competenza dell’amministrazione comunale, si conferma che sarà adottata ogni iniziativa sostenibile finalizzata a supportare le fragilità e i traumi derivati dall’improvviso sradicamento territoriale e culturale della popolazione ucraina fuggita dalla guerra.

Potrebbe interessarti

Ancora tanta pioggia: nuova allerta meteo della Protezione Civile

Siamo quasi in estate ma il maltempo in Lombardia e anche nel Comasco sembra...

Fototrappole e appostamenti: arrestato 18enne che spacciava in via Anzani

La Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Como, ha arrestato per...

Lake Como Wine Festival, a giugno in piazza Verdi

Un’occasione davvero imperdibile per conoscere, assaggiare ed acquistare i vini ed prodotti tipici di...