Tante punte pronte a cambiare maglia in vista della prossima Serie B. Il Como non ha fretta, sempre con un occhio a Cerri

Coda, Inglese, Lapadula, Torregrossa, Bajic, Alfredo Donnarumma, La Gumina, Moro, Corazza, Marconi, Brunori, Forte, Caso, Cerri, Mancuso, Cutrone, Djuric, Di Carmine, La Mantia, Maric, Galabinov, Diaw, Simy. Una vera e propria ondata di attaccanti che, chi più chi meno, potrebbero diventare uomini mercato per le squadre di Serie B. E’ probabile che a dare il via al domino delle punte saranno altre squadre e non il Como, visto che i vari Parma, Bari, Cagliari, Genoa sembrano voler mettere sul tavolo molto più denaro. Sul Lario si ambisce ad essere la sorpresa del prossimo campionato e in questo senso la strategia attendista potrebbe essere quella giusta.

Parlando di Cerri, giusto per fare un nome a caso, strapparlo oggi al Cagliari è impensabile. Magari ad agosto le cose staranno diversamente. Forse il Cagliari avrà preso un grande nome in avanti, forse non sarà riuscito a liberarsi di Pavoletti e così ecco che il matrimonio tra l’attaccante emiliano e il club lariano potrebbe tornare di moda. Se invece Liverani decidesse di puntare forte sull’ariete col numero 27, le alternative non mancheranno visti i nomi elencati sopra.

In questo caso, quindi, lasciare agli altri la prima mossa potrebbe essere la strategia vincente. Ovviamente stiamo parlando del grande nome per l’attacco. Per il resto il Como farà senz’altro diverse operazioni da qui al 12 agosto, quando inizierà la stagione. E forse qualcosa succederà già prima del raduno a inizio luglio. La conferma di Parigini resta in agenda e sembra tutt’altro che impossibile. Per quanto riguarda invece Vignali lo Spezia difficilmente lo terrà in rosa dopo la salvezza e lo sblocco del mercato, però c’è un interessamento del Frosinone già sbandierato dal ds Angelozzi. Sul fronte Ioannou non ci sono novità: andare a comprare in Premier è sempre complesso e costoso.

Iovine, Scaglia, Solini, Cagnano; Blanco, Arrigoni, Bellemo, Chajia; Gliozzi, Gabrielloni. Una bozza di telaio della squadra tutto sommato c’è, anche se mancano molte pedine. Prima fra tutte il portiere, sul quale c’è una certa urgenza visto che hanno salutato sia Facchin che Gori. Si è parlato di Gemello del Torino, che rientrerebbe anche negli under. Solo una voce, per ora.