Nel corso della Giornata della Ricerca, in memoria di Umberto Veronesi, sono stati premiati dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, dal vicepresidente Fabrizio Sala e da Gerry Scotti gli studenti vincitori del Premio ‘Lombardia è Ricerca’ dedicato alle scuole.

Primi classificati gli studenti dell’istituto C.F.P. Padri Somaschi di Como con il progetto Heropen, che hanno ricevuto un contribuito da Regione Lombardia pari a 20.000 euro.
Scheda progetto: Lo sviluppo di Hero-Pen, ‘disegna il tuo stato di salute (draw your health)’ nasce da un gruppo di studenti del C.F.P dei Padri Somaschi di Como Albate: 6 ragazzi che provengono da 3 classi e corsi diversi (3 operatori alle macchine utensili del quarto anno, 1 operatore elettromeccanico del quarto anno e 2 futuri operatori elettromeccanici del terzo anno) per cercare di rispondere a una semplice domanda: come possiamo contribuire a migliorare e rendere più confortevoli le visite mediche, soprattutto quelle pediatriche?

Cosa è Hero-Pen

Hero-Pen è un pennarello robusto, con una forma che richiama un giocattolo (un missile, un personaggio stilizzato, un frutto, etc.) con diversi ‘case’ o ‘jacket’ intercambiabili (anche per permettere maggior resilienza e gestire cadute o rotture in modo economico) e che contiene al suo interno una serie di sensori che ricevono dati durante l’utilizzo, al fine di tracciare, monitorare e verificare in maniera meno frustrante e più divertente il controllo delle funzioni vitali del bambino. Tra i sensori vi sono quelli per:

– Frequenza cardiaca

– Temperatura corporea

– Saturazione arteriosa dell’ossigeno

Questo piccolo oggetto tecnologico ha dato grande risultato nelle mani dei bambini che lo hanno usato facendoli divertire e mantenendo alta l’attenzione per il tempo utile per poter trarne un beneficio in termini di dato medico.

Gli studenti hanno anche realizzato un sito dove è possibile monitorare i dati trasmessi da Hero-Pen in tempo reale.

Per il futuro, prevedono la possibilità di inserire alcune migliorie come per esempio: rilevare i tremolii della mano, tramite accelerometro integrato; permettere al medico di monitorare in tempo reale la scrittura del paziente mediante una microcamera integrata per diagnosticare un’eventuale disgrafia nei bambini in età prescolare.

Lo sviluppo di Hero-Pen ha compreso, oltre alla fase di ideazione e progettazione: 6 ore di disegno 3D; 7 ore di saldatura; 8 ore di realizzazione programma tramite il software ‘Arduino IDE’; 6 ore per la realizzazione del sito web.

Gli studenti vincitori: SOMMARUGA THOMAS; COLOMBO GIORDANO; DELL’OCA MIRKO; CERUTTI FILIPPO; BARONE MARCO; CAIROLI LORENZO.

I Professori: Matteo Ciastellardi, Davide Zizolfi e Stefano Cavallaro