Sant’Abbondio, conclusione con la fiera zootecnica: tanti capi in concorso

0
1422

Si conclude oggi “La Tradizione si rinnova” nell’ambito della Fiera di Sant’Abbondio, con la tradizionale fiera zootecnica quest’anno riportata nella sua sede storica sotto le mura. In questa edizione, grazie all’ampia partecipazione di aziende agricole e macellai, sono stati presentati in concorso 44 capi tra bovini adulti e vitelli, più del doppio dell’anno scorso. Stamattina  don Andrea Messaggi, parroco di Sant’Abbondio, ha benedetto gli animali e gli allevatori alla presenza del sindaco Mario Landriscina e dell’assessore Simona Rossotti con il resto dello staff. Poco dopo le 13 si sono svolte le premiazioni di rito per i capi presentati e le aziende del settore, dopo l’accurato lavoro di valutazione da parte della giuria.

«Credo che la scommessa su questo rinnovamento della tradizionale Fiera di Sant’Abbondio possa considerarsi vinta – ha detto il sindaco Mario Landriscina – Sono molto contento del lavoro che è stato fatto e credo che anche i concittadini lo siano: siamo stati in mezzo alla gente e le persone hanno fatto percepire la loro soddisfazione. Abbiamo già in mente migliorie e implementazioni per l’anno prossimo». «Al termine di questi due giorni di Fiera riportata in centro dove era nata – ha commentato l’assessore Simona Rossotti – abbiamo rilevato la presenza di pubblico a una importante partecipazione di aziende. Ringraziamo oggi in particolare gli allevatori e i macellai che hanno scelto di supportarci».

 

E domani il finale della maifestazione nel complesso di Sant’Abbondio con il Mercatino di prodotti artigianali lariani (dalle 0 alle 23), la mostra “Hortus: erbe, ori e piante” presso la chiesa dei SS. Cosma e Damiano a cura della Società Archeologica Comense (10-22), La fabbrica dei sapori comaschi a cura dell’Associazione Provinciale Cuochi di Como (12-14 e 18,30-22), lezioni di burraco (16-18,30) e torneo benefico di burraco (dalle 20) a cura della Scuola di burraco Associazione “Non solo pinelle”.