Rientrati 40 italiani dalle Mauritius: “È stato un incubo”

0
903

Sono rientrati in Italia 40 italiani che erano stati fermati all’aeroporto di Mauritius per paura che fossero contagiati dal Coronavirus. Turisti provenienti dalla Lombardia e dal Veneto che non hanno accettato la proposta delle autorità mauritiane di svolgere un periodo di quarantena di 14 gironi in un ospedale sull’isola e che hanno deciso di tornare in Italia sulla stesso volo Alitalia con cui erano atterrati

Addio vacanze, addio spiaggia e addio sole. I passeggeri hanno dichiarato di aver vissuto un incubo e sono stanchi dopo diciotto ore di volo e più di tre ore di attesa senza neanche passera la frontiera sull’isola. L’incubo è finito, ora sono a casa.