# RACH 2, da Rachmaninov a Cajkovskij, la Russia più passionale per la stagione concertistica

0
1037
la giovane pianista Margherita Santi

RACH 2
un concerto tra le atmosfere più passionali della Russia

da Rachmaninov a Cajkovskij

 

Teatro Sociale di Como
domenica, 10 marzo – ore 17.00

Orchestra Senzaspine

 

Rach 2, titolo pop a descrivere il quarto appuntamento della stagione concertistica 2018/2019 del Teatro Sociale/ AsLiCo, in programma domenica 10 marzo 2019, alle ore 17.00, con il famoso Concerto n. 2 in do minore, per pianoforte e orchestra, op. 18 di Sergej Rachmaninov e a seguire la Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36 di Pëtr Il’ic Cajkovskij, eseguiti dall’Orchestra senzaspine (perché la musica non ha spine) diretta da Tommaso Ussardi, al pianoforte la giovanissima Margherita Santi. Il concerto è promosso con l’Associazione Musica con le Ali in collaborazione con l’Associazione Giosuè Carducci.

la giovane pianista Margherita Santi

Si tratta di due capolavori della letteratura musicale russa, tra i più noti e carichi di pathos, entrambi citati sovente nella cinematografia e nella musica contemporanea anche pop e rock, basti pensare ad un passaggio della celebre pellicola del 1955, Quando la moglie è in vacanza per la regia di Billy Wilder con Tom Ewell, che sogna di sedurre la conturbante condomina, Marilyn Monroe, suonando per lei al pianoforte il Rach 2, e laSinfonia n. 4 in fa minore, op. 36 di Pëtr Il’ic Cajkovskij conosciuta dall’immaginario popolare anche per essere stata esplicitamente citata ad incipit di una canzone dei Pink Floyd del 1975, Wish You Were Here, e in una ricchissima filmografia, che contempla, non in ultimo, anche The Birdman del 2014, per la regia di Alejandro González Iñárritu.

Al di là della popolarità di queste due opere monumentali, all’interno del repertorio russo romantico e tardo romantico, si tratta di composizioni che richiedono una padronanza tecnica estrema, che qui vede protagonisti tutti giovani musicisti professionisti, under 35 (Margherita Santi, classe 1994; Tommaso Ussardi, classe 1984; l’Orchestra senzaspine, con musicisti tutti under 35).

Rachmaninov, direttore d’orchestra, compositore e pianista, allievo di Cajkovskij, dedicò il Concerto n. 2 in do minore, per pianoforte e orchestra, op. 18 al medico neurologo a psichiatra Nikolaj Vladimirovic Dal’, che lo tenne in terapia ipnotica, dal 1897 al 1901, a seguito dell’insuccesso riscosso dalla prima esecuzione dellaPrima Sinfonia, avvenuta appunto nel marzo 1897.

Il Concerto venne eseguito, in versione completa, per la prima volta a Mosca, alla Società Filarmonica, il 9 novembre 1901, con il compositore al pianoforte (Rachmaninov come Liszt era noto per essere compositore concertista, artefice ed interprete in primis delle sue stesse opere), mentre la direzione d’orchestra venne affidata ad Aleksandr Il’ic Ziloti, anch’egli compositore, pianista e direttore d’orchestra.

Sergej Rachmaninov 

À rebours, dall’allievo al maestro, il programma del concerto affronta la Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36 che Pëtr Il’ic Cajkovskij dedicò “al mio migliore amico”, in realtà la mecenate e benefattrice Nadezda Filaretovna von Meck, ricca ereditiera, che sostenne Cajkovskij dal 1876 al 1890, anno in cui la loro relazione si interruppe; malgrado un fitto scambio epistolare, per volere di entrambi non si conobbero mai di persona, malgrado in più di una circostanza potrebbero essersi visti o riconosciuti. Proprio negli anni di composizione della Quarta sinfonia, 1876-1878, la baronessa von Meck permise a Cajkovskij di viaggiare per tutta Europa, con un’elargizione che arrivò a 6000 rubli l’anno. La Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36 venne eseguita per la prima volta il 10 febbraio 1878, a Mosca, nelle sale della Società Musicale, diretta da Nikolaj Rubinštejn.

Questa sinfonia, come la composizione precedente, rivela uno stato d’animo, che indice l’autore a dar libero sfogo ai propri sentimenti e ad emozioni dirompenti. Ecco cosa scrisse lo stesso Cajkovskij alla sua benefattrice in una lettera datata pochi giorni dopo la prima esecuzione (17 febbraio): “È un processo puramente lirico, una confessione musicale dell’anima, ove pullulano tante cose e che secondo la propria essenza si riversa in suoni, appunto come il poeta lirico si effonde in versi.”

Tommaso Ussardi

IL PROGRAMMA

Sergej Rachmaninov (1873 – 1943)
Concerto n. 2 in do minore, per pianoforte e orchestra, op. 18
Data di composizione: 1900-1901
Moderato
Adagio sostenuto
Allegro scherzando

durata: 40 minuti circa

Pëtr Il’ič Čajkovskij (1840 – 1893)
Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36
Data di composizione: 1876-1878
Andante sostenuto – Moderato con anima
Andantino in modo di canzona
Scherzo. Pizzicato ostinato – Allegro
Finale. Allegro con fuoco
durata: 45 minuti circa
Pianoforte Margherita Santi
Direttore Tommaso Ussardi

Orchestra Senzaspine
Promosso con Associazione Musica con le Ali
in collaborazione con Associazione Giosuè Carducc

BIGLIETTERIA
Piazza Verdi, 22100 Como
Tel. +39. 031.270170; biglietteria@teatrosocialecomo.it; www.teatrosocialecomo.it
ORARIO di APERTURA: martedì e giovedì ore 10.00 – 14.00; mercoledì e venerdì ore 16.00 – 20.00; sabato ore 10.00 –
13.00 / 14.00 – 18.00
INFOLINE/PRENOTAZIONI TELEFONICHE: dal martedì al venerdì ore 14,30 – 16.30; tel.+39.031.270170 – fax
+39.031.271472

Posto unico a 25,00€ + 2,50€ di prev.

Ricordiamo che alle ore 15.00 è prevista la Guida all’ascolto di Rachmaninov con Roberto Andreoni, incontro a
cura del Centro Culturale Paolo VI. Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.

DEGUSTAZIONE DI TE
Il Teatro Sociale di Como ringrazia un nuovo importante partner del territorio: Peter’s Tea House Como, che
offrirà, prima dell’inizio dello spettacolo, una degustazione di tè e biscotti, i cui aromi sono stati scelti in
sintonia con il repertorio del concerto.

I LABORATORI per I BAMBINI
Ricordiamo inoltre che, in concomitanza al concerto, ai bambini sono dedicati i laboratori artistici (dalle 16.30
alle 18.30): ogni 2 biglietti per adulti acquistati per il concerto, si potrà richiedere un ingresso omaggio al LAB
per il proprio figlio, per gli altri bambini il costo è di 5.00€.
In occasione del concerto # Rach 2, i laboratori, tenuti da Tamara Pertusini, hanno per tema il tema è Alla
scoperta dell’orchestra: un giocattolo eccezionale l’orchestra! Questo laboratorio è pensato per scoprire,
conoscere ed approfondire i segreti degli strumenti d’orchestra, per riconoscerne i colori e i timbri, per capire
quel è il ruolo del direttore e conoscere il segreto del suonare in armonia. Verranno proposti giochi motori,
giochi simbolici, giochi musicali e attività divertenti volte a conoscere e riconoscere le famiglie degli strumenti
musicali.