Presentata la Stagione Notte 2018-2019 del Teatro Sociale di Como

0
2223
l'attore e regista Sergio Rubini

TEATRO SOCIALE DI COMO
STAGIONE NOTTE 2018/2019
IN VIAGGIO

Presentata la Stagione Notte 2018-2019 del Teatro Sociale di Como, intitolata IN VIAGGIO.

l’art work grafico della nuova stagione In Viaggio

dalla introduzione del Teatro Sociale

“Lo scorso anno a inizio stagione ci stavamo imbarcando su un traghetto in compagnia di Ettore Majorana. Quest’anno invece il nostro viaggio ha come prima destinazione Reims, per proseguire poi in tutto il mondo con spettacoli di diverso genere e diversa nazionalità. Un viaggio denso di emozioni e pensieri, con tappe per riflettere e soste per ridere. In compagnia di musica e parole.”

Il Testo della Cartolina virtuale di Fedora Sorrentino – Presidente del Teatro Sociale, inviata al pubblico:

Fedora Sorrentino

“Ognuno di noi porta nel cuore un viaggio, qualcuno nel ricordo, altri nell’attesa.
Ci piace pensare a quello più bello, perché avevamo i migliori compagni accanto,
così come a quello che verrà perché è un foglio bianco su cui poter scrivere all’infinito;
il tempo che passa da uno all’altro è il viaggio interiore.
Aneliamo sempre a partire, perché significa scoprire, perché quando ci sembra di
essere arrivati Itaca è sempre un passo più in là.
Una stagione dedicata al viaggio perché il cammino è lungo e si cammina meglio
insieme, fermandosi dove serve o quando ci piace, il senso è non curarsi del tempo
che scorre.
E come per ogni viaggio anche qui è necessario il biglietto, che però è quello della
responsabilità, della coscienza, della capacità di critica che vale quanto quella di
abbandonarsi alla musica, al flusso di parole, alla bellezza in movimento.
Oggi più di ieri abbiamo bisogno di un pubblico consapevole, che sappia scegliere,
che voglia scegliere quando ridere e quando emozionarsi, quando riflettere e
quando lasciarsi andare assieme alle luci di una sala che a poco a poco raggiunge
il buio.
In quegli istanti possiamo essere chi vogliamo, coraggiosi e impavidi, commossi e
fragili, al buio tutto è concesso.
Alla fine sarà bello tornare a casa, con la nostra valigia sempre un po’ più pesante,
disfarla sarà raccontarla, svuotarla significherà riempirla ancora.
Sarà un anno di fermate e di risalite, noi siamo già partiti, salite a bordo anche voi?”
Fedora Sorrentino
Presidente Teatro Sociale di Como – AsLiCo

la Stagione si apre il 27 e 29 settembre con IL VIAGGIO A REIMS, per continuare
le celebrazioni dei 150 anni dalla nascita di Gioachino Rossini. Torna a Como a curare la regia lo
stravagante Michal Znaniecki, mentre la direzione sarà affidata al giovane Michele Spotti, già conosciuto
qualche anno fa con Opera domani. Il viaggio nell’opera lirica prosegue nella Roma
post-napoleonica in cui Andrea Cigni ambienta la TOSCA di Giacomo Puccini, in scena il 12 e 14
ottobre.

il regista Michal Znaniecki

 

Roberto Catalano, regista dell’ultima edizione di Pocket Opera, firma per i Teatri di OperaLombardia
la sua versione di FALSTAFF, a Como il 9 e 11 novembre. A seguire, il 23 e 25 novembre,
Emma Dante, nota al grande pubblico per i suoi allestimenti carichi ed evocativi,
interpreterà con la consueta intensità il dramma di due figure femminili in un inedito dittico CAVALLERIA
RUSTICANA e LA VOIX HUMAINE. L’11 e 13 gennaio RINALDO: la nuova produzione
di questo titolo barocco è affidata alle sapienti mani del regista Jacopo Spirei e alla
bacchetta di Ottavio Dantone che dirigerà l’Accademia Bizantina. Tappa importante del nostro
viaggio lirico è il CONCORSO ASLICO PER GIOVANI CANTANTI LIRICI, che a gennaio giunge
alla sua 70° edizione. Ad anticiparlo, il 28 ottobre, un concerto celebrativo per festeggiare un così importante traguardo.

Per quanto riguarda la Stagione Prosa sono attesi artisti di grande fama e personalità: da SERGIO RUBINI

l’attore e regista Sergio Rubini

e LUIGI LO CASCIO con il loro Delitto e castigo, a ALESSANDRO PREZIOSI che interpreta
uno straordinario Van Gogh, da FRANCO BRANCIAROLI con I miserabili a MICHELE PLACIDO
e ANNA BONAIUTO, fino a ALESSANDRO BARICCO e il suo Novecento. Una grande prosa
a cui si affiancano grandi risate insieme a ANTONIO ALBANESE, TERESA MANNINO, ENZO
IACCHETTI e PAOLO MIGONE. Su un altro vagone, viaggiano invece i titoli più impegnativi,
che necessitano riflessioni e approfondimenti, come QUESTA SERA SONO IN VENA di Oscar
De Summa, oppure la produzione Anagoor con SOCRATE IL SOPRAVVISUTO / COME LE FOGLIE,
GABRIELE LAVIA che legge Leopardi e ancora lo spettacolo su Alda Merini. Nel frattempo
però il pensiero vola e, leggiadri, facciamo una sosta nel mondo dell’impossibile con TOMÁŠ
KUBÍNEK: artista americano di origine ceca, clown, mago, equilibrista, mimo, attore e molto altro.

Luigi Lo Cascio

Non mancheranno gli appuntamenti con la danza:un susseguirsi di grandi compagnie che ci portano da una
parte all’altra del mondo. Dalla Francia del BALLET NATIONAL DE MARSEILLE, ai grandi classici
russi di Caikovskij ballati dal CLASSICAL RUSSIAN BALLET o dal BALLETTO DEL SUD, con musica
eseguita dal vivo dalla HIO Hungarian International Orchestra; dagli Stati Uniti dei ballerini
di PARSONS DANCE, pronti a portare in Italia un nuovissimo spettacolo, fino al BALLETTO DI MARIBOR, la principale compagnia di balletto della Slovenia.

La stagione concertistica risuona di melodie lontane, facendoci assaporare suoni e musiche più conosciute e altre meno note, da Oriente a Occidente. E cosi, dopo aver iniziato con il grande

compositore tedesco Brahms eseguito dal primo violino della Scala LAURA MARZADORI e dalla
violoncellista prodigio ERICA PICCOTTI, si passa ai festeggiamenti del Capodanno cinese con
la CHINA NATIONAL TRADITIONAL ORCHESTRA, che ci delizierà con musiche tradizionali
orientali eseguite con strumenti originali. È la volta poi dei capisaldi della scuola musicale russa,
eseguiti da quattro grandi solisti, tra cui Maurizio Baglini, in SOGNI E VISIONI, e dalla giovane
Orchestra Senzaspine in #RACH2, per poi passare a GWENDOLYN MASIN che rende omaggio
al suo background multiculturale, richiamando l’attenzione sulle tradizioni musicali dell’Europa
centrale e orientale.
Non mancano in calendario concerti e eventi imperdibili, come gli STOMP, formidabili ballerinipercussionisti-attori-acrobati
che straformano i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea
in una sinfonia intensa e ritmica con strofinii, battiti e percussioni di ogni tipo.
Riproponiamo la LUNGA NOTTE JAZZ: a partire dal concerto di Fabrizio Bosso fino a notte
fonda, tutte le sale del Teatro Sociale vedranno un continuo alternarsi di solisti e band per una
lunga jam session.
E nel nostro viaggio torniamo anche indietro nel tempo: eccoci nel XIX secolo con IL GRAN
BALLO DELL’800 SUL LAGO DI COMO, per il secondo anno con la Compagnia Nazionale di Danza Storica.

Molte le formule promozionali

I giovani dai 18 ai 30 anni acquistando la CARTA GIOVANI potranno usufruire di numerosi vantaggi,
tra cui la partecipazione a due esclusivi djset con bar in Sala Canonica dopo gli spettacoli
di Preziosi e Buffa.
Per gli UNDER40 abbiamo messo a disposizione un abbonamento per 4 serate riservato a solo
40 persone con massimo 40 anni di età! Come un piccolo club privato, quattro sere da condividere
iniziando dall’aperitivo, curato da Rivo Gin, per passare poi allo spettacolo.
Chi verrà ai concerti della DOMENICA POMERIGGIO avrà a disposizione te e biscotti prima dell’inizio
dello spettacolo, mentre i genitori potranno godersi i concerti senza preoccuparsi della ricerca
della babysitter perché per i loro piccoli saranno organizzati, in concomitanza, dei laboratori
artistici.
E poi ancora il veglione di Capodanno in Sala Bianca dopo il balletto, le visite guidate con aperitivo,
gli incontri di approfondimento, le collaborazioni con Enti e Associazioni del territorio.