Torna dal 15 ottobre al 6 novembre l’appuntamento con il Treno del Foliage. È considerato anche da Lonely Planet uno dei dieci percorsi più spettacolari d’Europa. 52 km a bordo della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, che unisce la Svizzera all’Italia di pura magia.

La tratta italiana, con partenza da Domodossola, sale lungo la valle dei pittori, la Valle Vigezzo, fino al punto più alto, Santa Maria Maggiore. A questa altitudine i treni proseguono fino al confine: sul versante svizzero i binari iniziano a scendere lentamente e dalle Centovalli raggiungono Locarno e la sponda elvetica del Lago Maggiore.

Si passa lungo la valle dei pittori, la Valle Vigezzo, fino a Santa Maria Maggiore. Dal confine in avanti, verso la Svizzera si scende dalle Centovalli a Locarno. I boschi che si attraversano sono però, con i loro colori sorprendenti e ogni volta diversi, la vera magia che caratterizza questa bellissima esperienza.

Come e dove prenotare

Sarà possibile acquistare online il biglietto speciale – valido uno o due giorni, dal 15 ottobre al 6 novembre – per salire a bordo del Treno del Foliage. Si tratta di un viaggio di andata e ritorno sull’intera linea, poco meno di due ore di viaggio per tratta, con la possibilità di effettuare una sola sosta intermedia (all’andata o al ritorno) per poter eventualmente approfondire la visita a una delle località toccate dall’itinerario del treno.

Per chi parte da Como il capolinea più comodo e la ticinese Locarno, altrimenti si può cominciare da Domodossola, in Piemonte.

È molto importante prenotare perché è un percorso che attrae moltissime persone e date le previsioni di forte afflusso è obbligatoria la prenotazione dei posti a sedere. Il prezzo include la prenotazione del posto, l’eventuale sosta intermedia e l’eventuale supplemento per viaggiare a bordo dei treni panoramici.