Nella Giornata mondiale di lotta all’AIDS a Como una mostra per combattere lo stigma

0
689
IDomenica 1 dicembre, Como – La Sorgente (Via Torriani 12/A)
Nella Giornata mondiale di lotta all’AIDS
Una mostra per combattere lo stigma
Esposti 70 lavori artistici realizzati dagli ospiti della comunità gestita da Fondazione Somaschi 

	Como, 1 dicembre 2019 - Nella Giornata mondiale di lotta all’AIDS, per sensibilizzare la cittadinanza su un tema che ancora troppo spesso rappresenta un tabù, in centro a Como apre le sue porte La Sorgente (via Torriani 12/A). 
Un pomeriggio di festa, dalle 15.30 alle 18, aperto a tutti per conoscere di persona questa struttura gestita da Fondazione Somaschi Onlus, che qui da quasi 20 anni accoglie con cura e dedizione persone sieropositive e affette da AIDS, tra le più provate dalle complicazioni della malattia.
	Per l’occasione, in particolare, veranno esposte circa 70 opere grafico-pittoriche realizzate dagli ospiti della Sorgente, frutto di un percorso di arteterapia intrapreso negli ultimi due anni e mezzo guidato dalla dottoressa Donata Beretta. Ad allietare questa speciale mostra anche una golosa merenda preparata dalla cuoca della Sorgente.
	“Speriamo che in tanti vengano a trovarci in una giornata così importante - afferma Daniele Isidori, responsabile della Sorgente - la nostra casa è aperta a tutti. Siamo infatti convinti che lo scambio e l’interazione con la comunità alla quale apparteniamo possa produrre solo effetti positivi, non solo per i nostri ospiti, che supportiamo ogni giorno nella riconquista di una normalità a prescindere dalla malattia, ma per tutti coloro che credono nel valore dell’inclusione sociale e desiderano combattere davvero lo stigma dell’AIDS.”
	Ciascuna opera in mostra è l’esito di un grande lavoro interiore affrontato da queste persone, “che attraverso l’espressione artistica - spiega Donata Beretta - hanno trovato il conforto di una terapia alternativa,  con effetti positivi sull’anima e sul corpo, riuscendo a dar voce a emozioni profonde, spesso difficili da comunicare a parole”. I lavori sono esposti rispettando la sequenza cronologica della loro realizzazione, in questo modo emerge chiaramente il percorso fatto da ognuno degli autori, alcuni con gravi problemi di mobilità o forme di disagio mentale. 
	La Sorgente, aperta dal 2000, ad oggi accoglie in tutto 22 persone, 20 residenti e 2 che frequentano il centro in orario diurno. Sono uomini e donne di tutte le età, l’ospite più giovane ha 25 anni, il più grande 73.  Secondo l’Istituto Superiore di Sanità in Italia nel 2018 sono 2.847 le nuove diagnosi di infezione da HIV, pari a 4,7 nuovi casi per 100.000 residenti. L’incidenza tra i giovani di età inferiore a 25 anni ha mostrato un picco nel 2017.



Fondazione Somaschi Onlus
Da oltre 500 anni, sull’esempio di San Girolamo Emiliani, i Padri Somaschi offrono accoglienza e aiuto alle persone più vulnerabili. Fondazione Somaschi Onlus, attiva dal 2012, raccoglie l’eredità somasca accorpando le opere sociali e assistenziali della provincia lombardo-veneta e ligure-piemontese attraverso la collaborazione di religiosi e laici che lavorano insieme con passione e professionalità.
La Onlus accoglie chi ha bisogno e vive ai margini della società con diverse modalità di intervento, per strada e nelle proprie case, che vanno dai servizi di bassa soglia alla residenzialità.
A ciascuna persona è riservata un’attenzione esclusiva e un percorso adatto a ogni specifica esigenza e potenzialità, con particolare attenzione al reintegro sociale e lavorativo. Oggi in Fondazione Somaschi operano circa 250 operatori (educatori, psicologi, assistenti sociali, mediatori culturali) e altrettanti volontari