Musei Civici, una settimana dedicata all’astrattista Alvaro Molteni

0
1944
Foto da alvaromolteni.it
I Musei Civici di Como dedicano questa settimana all’artista Alvaro Molteni(1920-2015), di cui ricorre quest’anno il centenario dalla nascita e di cui la pinacoteca conserva diverse opere.

Insieme alle figlie Monica e Barbara Molteni, con il critico d’arte Luigi Cavadini, con il Museo della Seta di Como e con la Fondazione Antonio Ratti, racconteremo l’artista e il suo percorso sui canali social dei musei, anche attraverso aneddoti e curiosità.Dopo la presentazione dell’artista ieri, lunedì 8 giugno, oggi si prosegue con il post pensato anche per i bambini (tutti i martedì) legato alle “Lezioni di Astrattismo a scuola” (https://www.alvaromolteni.it/2020/03/04/lezioni-di-astrattismo-a-scuola-nel-2006/). Le sue mostre sono sempre state visitate dalle scolaresche e il suo lavoro è stato spesso oggetto di tesi universitarie.

Non mancherà il tema del rapporto con i maestri dell’astrattismo, con il territorio, anche attraverso le mostre in spazi pubblici e spazi privati, come la casa di residenza a Muggiò (Como) dove ogni anno organizzava una piccola esposizione per amici e conoscenti, e in particolare con il lago di Como, fonte di ispirazione e luogo di riconciliazione e riflessione, tanto che l’artista acquistò un rustico a Careno (Nesso) per farne la sua casa studio.

«L’attività digitale dei nostri Musei – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Como Carola Gentilini – sta permettendo di approfondire diverse tematiche anche legate ad artisti significativi del territorio. Lanciamo quindi questa settimana dedicata ad Alvaro Molteni con una modalità nuova di avvicinarsi alle nostre collezioni e con l’invito a visitare le nostre strutture museali».