Motocross: Max Fignani sul podio della gara del Campionato Regionale

Pubblicato il

Massimiliano Fignani, per gli amici Max, è un pilota da tutta la vita. Nato e cresciuto a Menaggio è stato protagonista indiscusso dell’ultimo Campionato Regionale di Regolarità dove si è piazzato al terzo posto nella categoria D6, quella delle moto d’epoca per intenderci. Un ottimo risultato considerando che, ci spiega sornione al telefono, non aveva nemmeno avuto troppo tempo per provare la moto: è salito e ha sfrecciato fino al podio.

Max quando hai iniziato a fare il pilota? 

Sono tanti anni oramai, ho iniziato com una squadra emiliana e sono stato anche due volte vice campione italiano. Grazie alla Cellular Line di Reggio Emilia ho fatto davvero delle grandi esperienze con buoni risultati. Comunque con il motocross ho iniziato da ragazzino poi per un certo periodo sono passato al Rally. Un mio amico facendo motocross si è rotto la spina dorsale e ho avuto bisogno di tempo per metabolizzare la vicenda. Da allora diciamo che interscambio le moto con le macchine, il motocross con i Rally.

Qua nel comasco faccio i rally, confla scuderia Fast Team di Oggiono (Lecco) invece ho affrontato proprio il Campionato Regionale di Regolarità.

Max sulla moto

Come è stato pilotare una moto d’epoca?

È molto diverso e bisogna tenere conto, nelle categorie, dell’anno di costruzione, della cilindrata e anche che non sono come le moto moderne. Una moto d’epoca non frena, rallenta e gli ammortizzatori flettono! Come ti dicevo in questa gara sono arrivato terzo e in pratica non avevo quasi provato la moto, una Kim 346 con motore a 2T. La gara si è svolta sulla pista di motocross del Bordone che costeggia la superstrada Lecco-Milano.

15 punti meritatissimi per una gara comunque fisicamente molto impegnativa!

Anche i prossimi impegni di Max si dividono tra auto e moto, un po’ come ha fatto tutta la vita questo pilota di Menaggio.

“Il 3 settembre dovrebbe svolgersi un rally nel comasco in onore di Enrico Manzoni e sarà presente anche la figlia. Stanno finendo le ricognizioni. Per quanto riguarda le moto le prossime gare (se va tutto bene) saranno una sempre con moto d’epoca il 14 luglio a Pavia e a fine mese il 29 una di campionato italiano major con quelle moderne”. Ci terremo aggiornati!

 

 

Potrebbe interessarti

Trovato privo di vita l’uomo inghiottito dalla roggia a Cantù

Trovato senza vita il copo dell'uomo inghiottito dalla roggia a Cantù. La tragedia ieri...

Lago di Como, evasi canoni demaniali per oltre 248.000 euro

I militari della Guardia di Finanza hanno svolto un controllo su un’area demaniale sulle...

Maltempo e alluvioni in Lombardia: 790 interventi dei Vigili del Fuoco. Le previsioni

Lombardia sott'acqua. La provincia di Como ha visto 90 interventi legati al maltempo nella...