Moro e la Lunger, impresa nella gelida Siberia. Con un “aiuto” comasco

0
1320

Anche un pezzetto di Como nella straordinaria impresa di Simone Moro e Tamara Lunger, i due alpinisti che hanno firmato la prima salita invernale del Pik Pobeda, conosciuta anche come Gora Pobeda, con i suoi 3003 metri la montagna più alta della Siberia nel Circolo Polare Artico, una delle zone più fredde al mondo. Dopo circa 7 ore di salita, i due alpinisti sono riusciti ad arrivare in vetta nella catena montuosa della Siberia chiamata Chersky Range.

Lo hanno fatto in modo davvero difficile ed avventuroso: temperature arrivate a sfiorare i 50 gradi sotto lo zero. Ma sia Moro che la Lunger, che hanno avuto anche l’aiuto di alcune renne, si sono preparati al meglio per questo grande risultato con il supporto del Team Enervit di Erba e di Zelbio. Loro, infatti, al fianco dei due nella preparazione del tentativo e nell’alimentazione necessaria per resistere a queste temperature. La notizia dell’avvenuto tentativo sta facendo il giro del mondo sportivo comasco ed ha ovviamente soddisfatto i responsabili Enervit. Nel 2016 l’azienda di prodotti per lo sport ed il fitness era già stata vicina ad Alex Zanardi (foto sotto) per la sua partecipazione alle Paraolimpiadi di Rio