Microcriminalità a Como: un arresto e tre denunciati dalla Polizia di Stato

Pubblicato il

Nella giornata di ieri 4 dicembre le volanti della Polizia di Stato sono state impegnate in molte attività riguardanti la microcriminalità a Como.

A metà mattinata il responsabile della sessione di esame per il conseguimento della patente di guida che si stava tenendo alla Motorizzazione Civile di via Tentorio ha richiesto, tramite il 112, l’intervento della Polizia. Aveva notato un soggetto che durante l’esame di teoria aveva un atteggiamento sospetto. Identificato poi in un egiziano di 39 anni residente a Lodi.

Gli agenti intervenuti lo hanno controllato trovandogli addosso un dispositivo bluetooth collegato con l’esterno e una videocamera integrata. L’uomo ha ammesso che gli era stata fornita da un non meglio precisato straniero a bordo di un’auto scura. Lo aveva incontrato in una località sconosciuta, pagando 2500 euro.

La giustificazione non è bastata al 39enne. In Questura è stato denunciato in stato di libertà per la violazione della legge 475/1925, per aver fatto sue le prestazioni di altre persone in sede di esame.

Controlli a Grandate: arrestato un 46enne

Alle 10.30 una seconda volante, in via Colombo nel comune di Grandate (Como), ha controllato un uomo a piedi. Era un 46enne pakistano senza fissa dimora. Dopo il controllo sul database del ministero dell’Interno, si è appurato che su di lui pendeva un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Como nel settembre scorso. Vigeva l’ordine di arresto e accompagnamento al più vicino istituto penitenziario. Portato in Questura, il pakistano è stato quindi arrestato e tradotto alla Casa Circondariale di Como.

Il motorino rubato

Alle 23.30 dello stesso giorno una volante impegnata nel controllo del territorio in via Carso, ha notato un soggetto armeggiare su uno scooter parcheggiato. Alla richiesta di esibire dei documenti di identità l’uomo, un 41enne del Marocco dimorante a Caglio (Como), ha dichiarato di esserne sprovvisto. Ha aggiunto che il mezzo era di sua proprietà e che era rimasto senza carburante. L’uomo è stato trovato anche in possesso di due cacciaviti e di una tenaglia. Portato quindi in Questura è stato identificato ed è emerso che a suo carico c’erano già precedenti di polizia per ricettazione di uno scooter. Lo stesso mezzo sul quale stava armeggiando è risultato provento di furto.

L’uomo è stato pertanto denunciato in stato di libertà per la ricettazione del motociclo, per la detenzione degli arnesi adatti allo scasso e per la violazione della Legge sull’immigrazione, essendo privo dei documenti di soggiorno.

Vetrina rotta in via Dottesio a Como

Alle 3.00 di questa notte, una volante della Questura è stata inviata in via Dottesio a Como per la segnalazione di due persone intente a litigare e danneggiare una vetrina di un locale pubblico.

Giunti sul posto i poliziotti hanno verificato che la vetrina di un negozio di kebab era stata effettivamente danneggiata. Lì vicino, hanno rintracciato due persone, un uomo di 22 anni di origine pakistana ed una donna sudamericana di 34 anni. Lei era in forte stato di agitazione.

Gli agenti hanno ricostruito la vicenda: i due avevano litigato per motivi di gelosia. La donna, presa dalla rabbia e sotto l’effetto di alcol, aveva iniziato a colpire la vetrina del locale pubblico dove l’uomo lavorava e nel quale si era rifugiato per sfuggire all’ira della compagna.

Portati entrambi in Questura, al termine degli accertamenti la 34enne di El Salvador residente a Bregnano, ma domiciliata a Como, è stata denunciata in stato di libertà per danneggiamento.

Potrebbe interessarti

Incendio in una casa a Mariano Comense: un ferito grave

Sei mezzi dei vigili del fuoco del comando di Como e del comando di...

Incidente in volo, la vela della tuta alare non si apre: morto Alessandro Fiorito

L'incidente questa mattina mercoledì 21 febbraio nel lecchese, nella zona dei Piani dei Resinelli...

Incendio nella casa di riposo di Como sulla statale per Lecco

Grande spavento ieri sera 20 febbraio per un incendio scoppiato nella Rsa di Como...