Maddalena Crippa al Sociale: in scena lo spettacolo L’Allegra Vedova

0
2517

TORNA AL TEATRO SOCIALE DI COMO MADDALENA CRIPPA

Dopo qualche anno, torna al Teatro Sociale di Como l’affascinante Maddalena Crippa, che porterà in scena, venerdì 17 marzo alle ore 20.30, lo spettacolo L’ALLEGRA VEDOVA.

una foto dallo spettacolo di Maddalena Crippa

 

In uno spazio essenziale, accompagnata da un prezioso ensemble strumentale, Maddalena Crippa conduce il pubblico nell’atmosfera euforica della Belle Époque. Evocando con leggerezza e divertimento le atmosfere dei cabaret berlinesi del primo novecento e dei café chantant parigini, nella doppia veste di narratrice e cantante, l’attrice racconta il rapporto fra Anna Glavari e Danilo Danilowitsch, una storia di amore e di ragion di Stato, alternandola con le più belle arie scritte dal genio compositivo di Franz Lehar.

Maddalena Crippa in csena con L’Allegra Vedova

 

Alternando le parti recitate, frammenti di dialoghi e monologhi tradotti dal libretto originale di Leon Stein e Victor Leon, alle parti cantate, arie e duetti, la Crippa si sdoppia e dà voce e carattere ad entrambi i personaggi.

Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro e online su www.teatrosocialecomo.it
Prezzi 20€ + prevendita.

Biografia dell’attrice ripresa dalla sua pagina Facebook ufficiale

Maddalena Crippa ritratta da Fabio Iovino
Autodidatta partecipa in Brianza a spettacoli teatrali fin dall’età di 12 anni nell’attesa di frequentare la scuola del Piccolo Teatro. Nel 1975, dopo un provino, viene scelta da G. Strehler a soli 17 anni per il ruolo di Lucietta nel CAMPIELLO di C. Goldoni, che segna il suo debutto

Protagonista della scena internazionale, interpreta con originalità e rigore stilistico personaggi-chiave, nel corso di una carriera condotta al fianco di importanti registi. E’ protagonista, diretta da Ronconi, in LA COMMEDIA DELLA SEDUZIONE (1985) di A. Schnitzler; contemporaneamente è Leonide e Focino in IL TRIONFO DELL’AMORE (1985/1986) di Marivaux, per la regia di A. Vitez. M. Castri la dirige in FEDRA di D’Annunzio, dove interpreta il ruolo della protagonista (1988 e ’93).È una sensuale Tamora nella versione del TITO ANDRONICO (1989) di Shakespeare diretta ancora da P. Stein, Nora in CASA DI BAMBOLA (1993) di Ibsen, regia di B. Navello.
E’ la nobile Cornelia e la governante Rosa – parti in cui si alterna con Elisabetta Pozzi – nell’ ATTESA (1994) di R. Binosi e Ada Mariglia nell’ Annaspo di R. Orlando regia di Cristina Pezzoli, è protagonista di MEDEA di Euripide (2002) e PENTESILEA di Kleist (2004), entrambi per la regia di P. Stein. Partecipa al festival di Salisburgo dal 1994 al 1997, recitando in lingua tedesca la parte della lussuria (Buhlschaft) nello JEDERMANN di Hofmannsthal.
Con la regia di P. Stein è Elena in ZIO VANJA di Cechov, che debutta a Mosca (1996) e vince il premio come miglior spettacolo al festival di Edimburgo. La troviamo protagonista di spettacoli dal respiro internazionale come SCHOENBERG KABARETT (1998) cantato in tedesco, prima parte Pierrot Lunaire e seconda parte Brettl Lieder, regia di P. Stein che nel 2009 la dirige ancora nel colossal teatrale di 12 ore, I DEMONI di F. Dostoevskij rappresentato sia in Europa che negli Usa.
Nel 1997 comincia il suo percorso musicale di attrice cantante con CANZONETTE VAGABONDE degli anni ’20-40, cantato in italiano e tedesco. Nel 2000 Luciano Berio la vuole per i ruoli di Polly e Jenny nell’ OPERA DA TRE SOLDI di B. Brecht e K. Weill insieme a Elio di Elio e le storie tese.

Il suo percorso musicale continua con gli spettacoli SBOOM regia di Cristina Pezzoli, FEMMINE FATALI (recitato in italiano e cantato in inglese, francese tedesco e spagnolo) regia di Peter Stein, debutto a Salisburgo e tournée italiana ed europea. A SUD DELL’ALMA (2004) cantato in italiano e spagnolo, con la regia di L. Quintavalla, E PENSARE CHE C’ERA IL PENSIERO (prima donna a interpretare il teatro canzone di Giorgio Gaber), ITALIANE (2011) regia E. Giordano e da ultimo ITALIA MIA ITALIA (2013) regia P. Stein.
Nello stesso anno è protagonista di Passione ( 2013) di D. Nicosia con il fratello Giovanni. Ha inoltre frequentato il cinema interpretando vari ruoli dal 1980 ( per tutti I tre fratelli di Francesco Rosi) e anche la televisione non solo italiana ( sua ad esempio il ruolo della contessa Pirelli in Don Zeno nel 2007 e ruoli importanti in vari sceneggiati dal 1976 in poi) ma anche estera ( per tutti Il commissario Rex e 2 episodi della serie Morlock).