LongLake Festival: Illuminating, rassegna di video arte internazionale

0
291
Ph Unsplash

Le opere presentate analizzano la natura intesa come specchio emotivo ed elemento di conforto e simbiosi, ma anche come sfida e stimolo verso il raggiungimento di nuove vie e ambiti di conoscenza, nonché come condizione da indagare e accogliere nelle proprie esperienze di vita vissuta o immaginata. Il titolo fa riferimento al “Yellow Illuminating”, uno dei due colori scelti da Pantone per rappresentare l’anno 2021 e al suo essere portatore di un senso di “fortezza, fermezza e resilienza”. Il programma offre una selezione di quindici opere video di autori diversi, dai pionieri della videoarte sino alle ultime generazioni, delineando un percorso tanto storico quanto tematico attraverso la lente delle moving images. I quindici artisti sono: Uri Aran, Giorgio Andreotta Calò, Alex Cecchetti, Kiluanji Kia Henda, Joan Jonas, Pauline, Julier, William Kentridge, Jeun Lim, Adrien Missika, Pipilotti Rist, Mathilde Rosier, Vanessa Safavi, Roman Signer, Bill Viola, Jala Wahid.

I luoghi prescelti, abituali per i cittadini, acquistano così una nuova funzione temporanea, soprattutto dopo il periodo di confinamento che abbiamo attraversato: l’arte entra nel tessuto urbano e diventa di tutti, accompagnata da riflessioni sulla nostra identità e il nostro ambiente. Alla base di questo progetto vi è l’intenzione di coinvolgere direttamente il pubblico, in particolare quello giovane ma anche quello di turisti che transitano a Lugano, per contribuire a rendere la città aperta e vivace in luoghi non convenzionali di incontro e attraverso reti tra saperi diversi, lavorando con istituzioni culturali e con l’Università.

Eva Fabbris è curatrice e storica dell’arte, di base a Milano, dove lavora alla Fondazione Prada come Exhibition Curator.

In caso di pioggia la rassegna si svolge allo Studio Foce, Via Foce 1 a Lugano.                                                                  

La Rassegna È PER RINASCERE CHE SIAMO NATI prosegue con i seguenti appuntamenti. 

L’evoluzione del rapporto dell’uomo con la natura

e le responsabilità riguardo all’ambiente 

Interviene Dominique Bourg

Introduce Giovanni Pellegri 

il 12 ottobre 2021 alle ore 18.30

LAC Lugano Arte e Cultura, Piazza Luini 6 Lugano, Sala 1

in collaborazione con LAC Lugano Arte e Cultura, nell’ambito del progetto LAC edu

Dominique Bourg, già ordinario alla facoltà di Geoscienze e dell’ambiente dell’Università di Losanna e direttore dell’Istituto delle politiche territoriali, membro della commissione che ha preparato la carta francese dell’ambiente, è autore di numerose partecipazioni a riviste e pubblicazioni, ufficiale dell’ordine al Merito francese e della Legione d’onore.

Giovanni Pellegri, dottore in neurobiologia responsabile de L’ideatorio, servizio dell’Università della Svizzera italiana che si occupa del dialogo scienza e società e della promozione della cultura scientifica, membro del centro di competenza dell’Accademia svizzera delle scienze Fondazione “Science et Cité”.

La conferenza si terrà in francese.

Questo incontro è preceduto il 27 settembre alle ore 20 dalla conferenza del premio Nobel Jacques Dubochet all’Aula magna dell’Università della Svizzera Italiana organizzata da L’ideatorio dell’USI e, presso la stessa sede, dal convegno “Uomo, ambiente ed economia” l’11 ottobre alle 13.30 proposto a studenti liceali e universitari, ma aperto anche agli interessati.

La visione del rapporto dell’uomo con la natura nei secoli in letteratura

con Niccolò Scaffai

il 9 novembre alle ore 18

Biblioteca Cantonale di Lugano, Viale Carlo Cattaneo 6

In collaborazione con la Biblioteca Cantonale

Niccolò Scaffai insegna Critica letteraria e Letterature comparate all’Università di Siena dove dirige il Centro Interdipartimentale di Ricerca in Storia della tradizione culturale del Novecento, dopo aver insegnato Letteratura contemporanea all’Università di Losanna, dove ha diretto il Centre Interdisciplinaire d’Études des Littératures.. 

La rassegna E’ PER RINASCERE CHE SIAMO NATI proseguirà nella primavera 2022.

Gli interventi dei relatori insieme alle biografie e ad altre informazioni relative ai programmi saranno in seguito disponibili sul sito dell’Associazione www.associazione-nel.ch

Le conferenze si possono seguire su Youtube.

L’ingresso è libero. Per ragioni organizzative si prega di annunciare la propria partecipazione a:  [email protected]

Per informazioni:  [email protected]  

Per iscriversi all’Associazione “Fare arte nel nostro tempo”: [email protected]