Le guide turistiche di Como dicono stop agli abusivi:”Troppi”

0
678

Un fenomeno che si sta espandendo anche a Como in questi mesi. Anche se la stagione turistica non è ancora iniziata. Gli abusivi nelle guide turistiche in circolazione, sempre più numerosi sul totale di quelle autorizzate e con apposito tesserino da mostrare ai turisti in arrivo, italiani e stranieri.

Rita Annunziata, presidente di Mondo Turistico, associazione legata a Confcommercio Como, lancia l’allarme:”Offrono servizi di bassa qualità, non all’altezza delle aspettative e con forme di pubblicità fantasiose, spesso ingannevoli. Chiediamo controlli da parte della polizia locale ed interventi a tutela della nostra professionalità“. Attualmente nel comasco un centinaio le guide turistiche ufficiali, una decina la stima di quelle irregolari.

Per tutelare i turisti a Como in distribuzione, nei luoghi pubblici o all’ingresso di chiese e monumenti, locandine multilingue per sensibilizzare i turisti. “Siamo convinti che questo fenomeno sta dilagando in modo preoccupante – ammette Graziano Monetti, direttore di Confcommercio – e deve essere fermato