Le giovani fiorettiste di Comense Scherma rimangono in A1: strepitose agli italiani di Palermo

0
623
Le ragazze che hanno compiuto l'impresa. Da sn a dx : Carlotta Ferrari, Clarissa Cremonesi, Arianna Proietti e Irene De Blasio. photo credit Fausto Brizzi

Fenomenale impresa delle giovani e scatenate fiorettiste di Comense Scherma, che, non solo confermano la permanenza in A 1 conquistata lo scorso anno, ma, dopo una combattutissima giornata, sabato 8 giugno, hanno conquistato il sesto posto ai Campionati Italiani Assoluti di Palermo

Sugli scudi nerostellati brillano i volti soddisfatti e sorridenti del quartetto composto da Clarissa Cremonesi, Irene De Biasio, Carlotta Ferrari ed Arianna Proietti

Le ragazze che hanno compiuto l’impresa. Da sn a dx : Carlotta Ferrari, Clarissa Cremonesi, Arianna Proietti e Irene De Blasio. photo credit Fausto Brizzi

Un risultato che va oltre le aspettative e conferma la costante crescita delle giovanissime atlete sulle pedane più importanti, insieme al prezioso e attento lavoro dei maestri Serena Pivotti e Massimiliano Bruno

Il quartetto ha conquistato una storica salvezza fondata sulla forza di un gruppo che non molla veramente mai. In una gara alla quale hanno partecipato tutte le migliori fiorettiste d’Italia (tra le più forti del ranking mondiale) raggiungendo  un traguardo che solo un paio d’anni fa sembrava fantascientifico.

Ecco la cronaca di un bersaglio centrato con autorevolezza, concentrazione e determinazione:

La giornata non era iniziata nel migliore dei modi; dopo la prevista sconfitta con l’Aeronautica Militare di Francesca Palumbo e Valentina De Costanzo (26-45) è arrivata un’altra battuta d’arresto nel derby con la Pro Patria Busto (30-45). Come se nulla fosse, le ragazze si sono ricompattate per affrontare Jesi in quello che era l’assalto spartiacque tra playoff scudetto e playout salvezza, ai quali avrebbero partecipato 4 squadre per raggiungere l’ultimo posto utile alla permanenza nella massima serie. Facendo leva su una straordinaria Irene, la nostra squadra ha letteralmente travolto le marchigiane con il roboante punteggio di 45-24 che significava salvezza, il tutto dopo una partenza a razzo che le aveva lanciate sul 30-13. Missione compiuta quindi, il successivo “impossibile” quarto di finale con i Carabinieri di Arianna Errigo e Martina Batini (18-45) sanciva il 6° posto conclusivo, un premio alla  costanza e alla determinazione delle atlete, conquistato al cospetto di fiorettiste più esperte e squadre sulla carta inarrivabili come quelle militari

le ragazze festeggiano con i maestri

Grande e più che giustificata la soddisfazione, quindi, in casa Comense, che ha in queste ragazze “terribili” il proprio punto di forza, apice di un movimento che sta crescendo anno dopo anno, un passo alla volta, raccogliendo risultati sempre più sorprendenti in ogni categoria e frutto di sacrifici ed allenamento sotto la guida professionale ed umana di Serena e Massimiliano

l’abbraccio liberatorio che incarna la grande felicità dei Maestri Serena Pivotti e Massimliano Bruno