Orticolario 2023, Villa Erba si immerge nel Paesaggio d’Acqua

Pubblicato il

L’anno è iniziato e la fisionomia di Orticolario è ben delineata. La tredicesima edizione, in programma dal 28 settembre al primo ottobre 2023 a Villa Erba a Cernobbio, sul Lago di Como, sarà dedicata alle piante per un giardino sostenibile, mentre il tema sarà il
Paesaggio d’Acqua.

Il tema

Il Paesaggio d’Acqua viene inteso sia come contesto naturale, sia come scenario urbano, che contempla la presenza di parchi e giardini con fontane e vasche.
Nei quattro giorni di evento i visitatori si inoltreranno giù, nell’oscurità di un lago o nel silenzio di un fiume carsico, e poi su, fino all’incontenibile spumeggiare delle
onde.

Orticolario 2023 sarà un viaggio controcorrente nel vitale Paesaggio d’Acqua verso cui l’uomo ha smarrito una consapevolezza interiore, profonda, autentica.

«L’ancestrale rapporto tra uomo e acqua è una complicità tanto antica quanto
intima – commenta Anna Rapisarda, curatrice dell’evento. La storia dell’acqua e
del suo paesaggio coincide con la storia del mondo ed è il senso di appartenenza
ai luoghi a modellare i propri comportamenti».

Orticolario 2023_©Ph Luigi Fieni
Orticolario 2023_©Ph Luigi Fieni

Piante per un giardino sostenibile

Durante Orticolario 2023 si esploreranno diversi aspetti, dalla vegetazione igrofila dei giardini acquatici alle xerofile dei giardini secchi, a basso fabbisogno idrico e ridotta manutenzione, in cui le piante resistono alla scarsezza o alla mancanza di acqua. Aspetti in apparenza contrapposti ma che, in realtà, rappresentano il connubio tra acqua e natura, sia valorizzando veri e propri giardini acquatici, sia giardini con giochi d’acqua, sia il loro contrario, ovvero giardini attenti al consumo idrico e alla sostenibilità.

«Dagli ecosistemi acquatici a quelli totalmente secchi, ogni pianta ha un rapporto
speciale con l’acqua – spiega Mario Mariani del vivaio Central Park, esperto di botanica nella Compagnia dei Pensatori di Orticolario. L’evento s’immergerà nella profondità di questo legame, passando dalle ninfee ai cactus e mettendo in mostra i differenti habitat in cui le piante vivono».

La manifestazione sarà dunque occasione per fare conoscere al grande pubblico
la centralità dell’elemento acqua nel paesaggio e per elevarne la sensibilità su un
uso attento e consapevole.

Potrebbe interessarti

Maxi controlli dei carabinieri: sequestrati 43 chili di droga a Fino

Proseguono incessanti i controlli dei carabinieri della Compagnia di Cantù e degli Squadroni Carabinieri...

Qual è il miglior ristorante di sushi a Como secondo il Gambero Rosso

Sushi: combinazione perfetta tra le parole “su” (aceto) e “meshi” (riso), arte antica che...

Cade dall’autoscala mentre taglia dei rami: ferito grave un vigile del fuoco

Incidente a Cernobbio oggi 13 giugno in via Monte Grappa. Intorno alle 15 due...