La Salute nel carrello della spesa: i consigli dell’Istituto Europeo di Oncologia e Coop Lombardia

Pubblicato il

La salute nel carrello della spesa

Coop Lombardia e IEO insieme per promuovere benessere e prevenzione.

 

Alimenti ideali per comporre colazioni, spuntini e pasti salutari. Sono quelli che si trovano nelle aree espositive permanenti – le isole Smartfood – inaugurate nell’intera rete di vendita Coop Lombardia, tra cui anche gli store di Como. 

alfredo de bellis e mauro melis

L’innovativo progetto è realizzato in collaborazione con l’IEO – Istituto Europeo di Oncologia. Nelle isole sono proposti, a rotazione stagionale, i cibi indicati dai ricercatori del team Smartfood IEO, programma di ricerca e divulgazione scientifica

Per la prima volta quindi ricercatori e nutrizionisti entrano al supermercato per dare consigli sull’alimentazione quotidiana. La nuova frontiera della scienza della nutrizione è infatti quella di individuare abitudini alimentari che possano ridurre il rischio di malattie croniche (diabete, patologie cardiovascolari, tumori) e aumentare l’aspettativa di vita. I clienti possono scegliere tra alimenti come frutta e verdura fresca di stagione; semi, frutta secca e disidratata; spezie; cereali e legumi; pesce, uova e latticini; minestroni e zuppe; cioccolato e caffè. Tutti ingredienti indicati da Smartfood IEO per piatti salutari.

.

I cibi selezionati sono accompagnati da leaflet informativi su come comporre i pasti, sui fabbisogni nutrizionali e sui miti legati all’alimentazione. Sarà inoltre a disposizione personale Coop, i“Cantastorie”, per dare maggiori informazioni. “Siamo orgogliosi di aver avviato questo innovativo progetto con IEO – sottolinea Alfredo De Bellis, Vice presidente vicario Coop Lombardia – perché ci permetterà di presentare ai consumatori un servizio ulteriore nell’ambito del benessere e della sana alimentazione.

 

La tutela delle persone e della loro salute è stata fin dalle origini uno dei cardini della nostra mission – sottolinea Alfredo De Bellis, Vice presidente vicario Coop Lombardia – e siamo sempre stati attenti a offrire ai clienti prodotti di alta qualità a prezzi accessibili. Siamo orgogliosi di aver avviato questo innovativo progetto con IEO perché ci permetterà di presentare ai consumatori un servizio ulteriore nell’ambito del benessere e della sana alimentazione. La collaborazione con l’Istituto Europeo di Oncologia è iniziata sul piano culturale, lo scorso anno, con l’idea della mostra fotografica ‘Io ero, sono, sarò’ realizzata dalla fotogiornalista Silvia Amodio per sensibilizzare sulla prevenzione contro il tumore al seno. Ora il programma si concretizza con un altro passo che darà il via nei prossimi mesi anche a un’attività charity. Con la vendita di questi prodotti sarà infatti dato un contributo alla ricerca scientifica oncologica e cardiovascolare della Fondazione IEO-CCM”.

La prevenzione è un cardine dell’attività clinica e della ricerca dell’Istituto Europeo di Oncologia – dichiara Mauro Melis, Amministratore Delegato IEO –. Gran parte dei nostri investimenti in scienze genomiche e in tecnologie hanno l’obiettivo di comprendere l’origine della malattia tumorale e intercettare i meccanismi che la scatenano.

La grande sfida è arrivare prima del cancro. Sappiamo però che in questa sfida il sapere non basta, perché per battere d’anticipo il tumore bisogna proteggersi quando si è sani anche attraverso stili di vita adeguati, in primis l’alimentazione. Ma la popolazione ancora non è abbastanza convinta e consapevole di questa opportunità di salute.

Per questo, per un Istituto di ricerca e cura come il nostro, è importante trovare partners in grado di diffondere il messaggio e di incidere sui comportamenti quotidiani delle persone. Coop Lombardia è un alleato ideale per la sua cultura aziendale e il suo radicamento sul territorio. Speriamo, dopo l’esperienza nella nostra Regione, di poter estendere la nostra collaborazione a livello nazionale”

Le tematiche dell’alimentazione sana e degli stili di vita salutari saranno affrontate dai ricercatori e nutrizionisti Smartfood IEO anche durante seminari aperti al pubblico.

Uno dei temi principali alla base della comunicazione del progetto – aggiunge Lucilla Titta, coordinatrice del programma Smartfood IEO – è il ‘piatto sano’ che dovrebbe essere composto per metà da frutta e verdura di stagione, non solo come contorno ma anche come ingrediente per primi e secondi piatti.

La varietà è fondamentale anche per quanto riguarda le fonti di proteine: è consigliabile consumare pesce azzurro di piccola taglia tre volte a settimana, e carne bianca, uova e latticini massimo due volte a settimana ciascuno. I legumi rappresentano un’ottima fonte proteica ricca di fibre da portare in tavola almeno tre volte a settimana.

Un quarto del piatto sano deve essere costituito da fonti di carboidrati complessi come pane, pasta e cereali in chicco, sempre meglio integrali. Infine si possono scegliere erbe aromatiche e spezie per ridurre l’uso di sale e naturalmente l’immancabile olio extravergine di oliva come condimento principale”.

Alimenti e istruzioni per pasti salutari

Il programma Smartfood IEO presenta lo stile alimentare protettivo per la salute

Diabete, patologie cardiovascolari, tumori. L’alimentazione è ormai riconosciuta a livello globale come uno dei fattori cardine della prevenzione delle malattie croniche. Diffondere una corretta informazione sullo stile alimentare protettivo per la salute è uno degli obiettivi del programma Smartfood IEO in scienza della nutrizione e comunicazione che Coop Lombardia ha scelto di portare nei propri supermercati. A questo proposito il team di ricercatori e nutrizionisti ha messo a punto delle linee guida per la prevenzione oncologica e cardiovascolare.

Innanzitutto è bene controllare il peso, mantenendosi nell’intervallo del normopeso, e praticare attività fisica regolare.
A tavola il consiglio è di limitare il consumo di alimenti ad alta densità energetica ed evitare le bevande zuccherate perché aumentano il rischio di sovrappeso e obesità.
Per quanto riguarda i
grassi è importante inserirli nella dieta ma è meglio conoscerne le proprietà e sceglierli con attenzione perché si differenziano molto tra di loro dal punto di vista nutrizionale.

Un fattore fondamentale a livello di prevenzione è poi legato al consumo di alimenti di origine vegetale come frutta e verdura ma anche cereali e legumi, che sono ricchi di vitamine, sali minerali, fibra e molte altre molecole benefiche.
A tavola dovrebbero essere inoltre
limitate le carni rosse mentre gli insaccati e le carni lavorate dovrebbero essere consumati saltuariamente.

È preferibile ridurre anche gli alimenti ricchi di sale.

Per le bevande alcoliche la parola d’ordine dovrebbe essere moderazione.
In conclusione, per mantenersi in salute, è consigliabile
variare la dieta e utilizzare supplementi solo se consigliati o prescritti da un professionista in ambito sanitario.

Secondo le indicazioni dei ricercatori Smartfood IEO un piatto salutare dovrebbe quindi essere composto per almeno 2/3 da alimenti di origine vegetale. Metà pasto dovrebbe essere dedicato a frutta e verdure di stagione che possono essere scelte sia come contorno che per cucinare primi e secondi piatti.
Gli esperti raccomandano poi di mangiare
pesce azzurro di piccola taglia tre volte a settimana, e carne bianca, uova e latticini massimo due volte a settimana ciascuno. Meglio limitare il consumo di carne rossa e salumi. Legumi e cereali non dovrebbero mai mancare a tavola: il consiglio è di cucinarli insieme almeno tre volte a settimana.

Pane e pasta integrali sono una buona fonte di carboidrati, anzi dovrebbero essere scelti il più possibile rispetto alla versione con meno fibra a patto che il primo ingrediente in etichetta sia la farina o semola integrale. Per i condimenti meglio utilizzare l’olio extravergine di oliva e semi oleosi, spezie ed erbe aromatiche per insaporire i piatti riducendo il sale.

Oltre alla dieta è bene poi non fumare e il team Smartfood IEO ricorda che non è mai troppo tardi per smettere: l’eliminazione del fumo può infatti dare considerevoli benefici anche a chi è stato a lungo dipendente dalle sigarette.

Seguire tutte queste indicazioni, sia dal punto di vista dell’alimentazione che dello stile di vita salutare, è indicato anche a tutti coloro che si sono ammalati di tumore o di una patologia cardiovascolare per ridurre il rischio che la malattia si ripresenti.

 

Potrebbe interessarti

Carnevale di Cantù, salta anche la sfilata del 25 febbraio: come avere il rimborso

Un altro scherzo del maltempo e purtroppo la finale del Carnevale di Cantù prevista...

Incidente nella notte a Fenegrò, auto fuori strada ribaltata: paura per 3 giovani

Grande spavento questa notte alle 3.20 a Fenegrò in via Biella. Un'auto con a...

Forza il posto di blocco con una Mercedes svizzera: in auto armi rubate (e non solo)

Nel corso del pomeriggio di ieri 22 febbraio la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri...