Kledi Kadiu a Como in aprile per uno stage alla Palestra Cento

0
1095

Giovedì 20 aprile  il Maestro Kledi Kadiu sarà alla Palestra Cento di via Valleggio 16 a Como, ospite di Danza Cento, per uno stage dedicato a diversi livelli di abilità.
Per informazioni e prenotazioni chiamare lo 031 308 573 oppure visitare il sito web dell’organizzatore http://www.palestracento.it/

la locandina dello stage con Kledi Kadiu

 

Danza Cento si occupa di corsi con ogni tipologia, dalla danza alla Fit boxe dallo spinning alle tonificazioni, per arrivare al Burlesque e alle coreografiche e suggestive Danze Storiche dell’ 800. in una proposta valida
per tutte le età e le esigenze

dalla Biografia Ufficiale dell’artista:

Nato a Tirana in Albania il 7 aprile 1974, Kledi Kadiu è entrato giovanissimo all’Accademia Nazionale di Danza dove si è diplomato nel 1992. Nello stesso anno è entrato a far parte del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Tirana dove ha ricoperto, fin dall’inizio, ruoli solistici in balletti di repertorio quali “Giselle”, “Lo Schiaccianoci”, “Don Chisciotte”, “Dafne e Chloe”.

Nel 1993 si è trasferito in Italia per lavorare prima a Mantova e successivamente a Rovereto.
La prima esperienza televisiva arriva nel 1996 e dall’anno seguente Kledi è primo ballerino in programmi noti al grande pubblico quali “Buona Domenica”, “C’è posta per te” ed “Amici”.
un primo piano del ballerino albanese

 

Nel 2004 Kledi ha fondato la Kledi Dance, ottenendo nello stesso anno il Premio “Gino Tani” come artista dell’anno.
Nello stesso anno il Presidente della Repubblica d’Albania, Alfred Moisiu, riconosce a Kledi Kadiu l’Alta Onorificenza “Ambasciatore della Nazione” con la motivazione “Per l’interpretazione virtuosa nell’arte coreografica e la rappresentazione dignitosa dell’immagine e dei valori dell’Albania all’estero”

Nel 2005 è arrivata anche la prima esperienza cinematografica con “Passo a due” (regia di Andrea Barzini e coreografie di Mauro Mosconi) a cui è seguito il film “La cura del gorilla” con Claudio Bisio (regia di Carlo Sigon).

Nel 2006 Kledi è stato il protagonista della fiction di Rai 1 “Ma chi l’avrebbe mai detto” (regia di Giuliana Gamba, con Ornella Muti, Katia Ricciarelli).
Nello stesso anno riceve il Premio “La Ginestra d’Oro” come miglior ballerino televisivo.

Nella stagione 2007-2009 è protagonista in “Giulietta e Romeo” di Fabrizio Monteverde con il Balletto di Roma.

Nel 2009 esce il Libro autobiografia di Kledi Kadiu – “Meglio di una favola”, grazie al quale ottiene il Premio Elsa Morante ‘Ragazzi’ a Napoli.
Kledi sul set di Amici


Sempre nel 2009 diventa Testimonial 2009-2010 del progetto PIGOTTA per l’UNICEF

Riceve poi il Premio “Ariston Proballet 2010″ con le seguenti motivazioni: la sua capacità ed ecletticità professionale e le sue doti mediatiche hanno permesso una positiva divulgazione dell’arte coreutica

Nel 2010  è Testimonial Ufficiale degli eventi Albania-Italia “Due popoli, un mare, un’amicizia”

A Luglio 2010 gli viene conferito il “Premio Acqui Danza 2010″ per aver con intelligenza e determinazione fatto conoscere in maniera inusuale il mondo della danza accademica ad un pubblico vasto ed eterogeneo come quello televisivo, ponendosi come personale ed inconsueto ambasciatore.

una foto di scena del celebre danzatore

 

La stagione 2010/2011 lo vede protagonista dello spettacolo “Non solo Bolero” con la Compagnia Mvula Sungani.

Sempre nel 2010  diventa uno dei volti di Rai5, il nuovo canale culturale della Rai, con “Step – passi di danza”, prodotto da Vittoria Cappelli con la regia di Alessandro Tresa. Il programma vede per la prima volta Kledi non solo nelle vesti di danzatore ma anche in quelle di narratore.

Kledi Kadiu, di nuovo in veste di attore,  nel 2012 è protagonista alla 69esima Mostra Internazionale d’arte cinematografica a Venezia con il film “La Nave Dolce” di Daniele Vicari.
Il film è vincitore del Premio Pasinetti come miglior film documentario.

Nella stagione teatrale 2014-2015 è protagonista in “Contemporary Tango” Con il Balletto di Roma coreografie di Milena Zullo.

il 9 dicembre 2014 ha ritirato in Campidoglio a Roma il Premio Personalità Europea 2014.