“Il Sacro del Ticino”, a cura di Salvatore Maria Fares e Stefano Zuffi. Un incontro alla Ubik

0
1281
Mercoledì 17 aprile sarà presentato a COMO alla libreria UBIK (piazza san Fedele 32) alle 18 il volume Il Sacro del Ticino, a cura di Salvatore Maria Fares e Stefano Zuffi, edito da SKIRA.
 
Interverranno gli autori.

 

Un viaggio alla scoperta dei tesori religiosi, artistici e architettonici, del Canton Ticino.
 
Nello scenario di spettacolari paesaggi lacustri e montani, il Canton Ticino ha saputo creare e mantenere una forte identità culturale intorno all’architettura sacra, che connota in modo inconfondibile il territorio, con una straordinaria densità e una grande varietà di soluzioni. Lungo un arco di 1500 anni si va dall’antichissimo battistero paleocristiano di Riva San Vitale agli edifici sacri contemporanei, passando per la stagione romanica dei maestri comacini e campionesi, per le raffinate presenze rinascimentali, per i sontuosi complessi barocchi di stucchi e affreschi. Molti sono inoltre i capolavori d’arte presenti nelle chiese ticinesi: sculture, dipinti, cicli pittorici, alcuni dei quali davvero eccezionali per rarità e bellezza. Questo volume raccoglie, illustra e documenta il patrimonio architettonico e artistico ticinese, presentando tutti i principali edifici sacri del Cantone, organizzati lungo itinerari territoriali che ne facilitano la visita.   
 
 

Stefano Zuffi, storico dell’arte milanese, si occupa di divulgazione del patrimonio artistico e culturale, attraverso la pubblicazione di libri (oltre 60 volumi presso vari editori), la partecipazione a programmi radiofonici e televisivi, e la collaborazione alla realizzazione di mostre. 

Salvatore Maria Fares, ha studiato all’Università di Firenze (Materie letterarie e storiche). Voce fra le più note della Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana, ha prodotto e firmato programmi di cultura, di costume, di socio politica e incontri con importanti personalità svizzere e internazionali. Con Stefano Zuffi ha curato oltre trecento trasmissioni di “Riguardiamoli”, programma di Storia dell’Arte e monografie dei Maestri. È autore di libri di narrativa, poesia e saggistica. 

Per la sua attività gli sono stati assegnati diversi premi e riconoscimenti. 

l’invito ufficiale alla presentazione