Il Coronavirus non ferma l’Insubria: e-learning e lezioni in videoconferenza

0
1675

Alla seconda settimana di stop delle lezioni l’Università dell’Insubria si è organizzata per portare avanti l’anno accademico e le lezioni per gli studenti. L’idea è quella di insegnare a porte chiuse e senza gli studenti in aula in videoconferenza. Le lezioni saranno subito pubblicate sulla piattaforma e-learning di modi da poter essere consultate da tutti gli studenti universitari che frequentano l’Insubria.

Il calendario di queste lezioni straordinarie è coordinato dal delegato alla Didattica Mauro Ferrari ed è in costante aggiornamento. Confermate le cerimonie di laurea del 9 marzo per nove infermieri, 5 di Varese e 4 di Como. La celebrazione si terrà al Collegio Cattaneo di Varese in forma riservata, i parenti potranno seguire la cerimonia di laurea e la discussione degli studenti in videoconferenza.

L’Università dell’Insubria si è organizzata anche sul fronte dello smart working: stanno lavorando da casa circa sessanta dipendenti (di cui 15 della sede di Como), soprattutto mamme e soggetti con problemi di salute o parenti da accudire. Lo smart working verrà adottato fino al 15 marzo salvo nuove disposizioni.

Inoltre in Ateneo sono state predisposte pulizie straordinarie, sanificazione e disinfestazione quotidiana degli ambienti, con fornitura di sapone battericida e installazione di erogatori di gel disinfettante e cartelli con le misure igieniche da seguire, come da indicazioni ministeriali.

Rimandati invece gli open day organizzati per le future matricole in programma il 7 marzo a Varese e il 21 marzo a Como.

L’ateneo presenterà la sua offerta formativa sabato 16 maggio in contemporanea nelle due sedi; il programma è in aggiornamento su www.uninsubria.it/openday.