Il battello dei frontalieri fino a Melide, l’alternativa ecologica per agevolare gli spostamenti dei lavoratori

0
1001
Il battello dei frontalieri potrebbe arrivare fino a Melide. La proposta che la Società navigazione del lago di Lugano (SNL) ha trasmesso ad autorità ticinesi e lombarde è quella di estendere la tratta di navigazione Porto Ceresio-Morcote fino a Melide in una prima fase sperimentale per il mese di maggio.

L’iniziativa potenzierà in maniera cospicua il collegamento via lago tra Svizzera e Italia che già rappresenta una valida ed efficace alternativa ecologica al trasporto individuale su strada e consente anche una notevole riduzione delle tempistiche di raggiungimento del luogo di lavoro rispetto all’automobile. Attualmente, i lavoratori transfrontalieri affrontano quotidianamente lunghe code per recarsi sul luogo di lavoro, anche a causa delle restrizioni sanitarie e doganali contingenti.

Il trasporto di linea via lago garantisce il pieno rispetto delle misure di contenimento e di distanza sociale disposte dalla Confederazione e dalle Autorità italiane, già in essere su tutti i battelli di SNL, ed è particolarmente utile per prevenire i disagi che interesseranno il traffico di frontiera a seguito del progressivo allentamento delle misure di contenimento del virus Covid-19.

La situazione attuale vede attiva da tempo la linea di trasporto pubblico via lago Porto Ceresio – Morcote, ora gli obiettivi del progetto intendono potenziare ulteriormente l’infrastruttura ed il ruolo di scambio intermodale di Porto Ceresio e, dall’altro, prolungare la tratta già esistente, dapprima sino al territorio di Melide, per arrivare poi al Comune di Lugano, per favorire e velocizzare il trasferimento dei frontalieri verso i luoghi di lavoro.

Melide, in particolare, rappresenta un nodo di interscambio fondamentale all’interno del territorio grazie ai suoi collegamenti con ferrovia, strade e autostrada.

La linea Morcote – Porto Ceresio fa parte della Comunità tariffale arcobaleno (CTA) dunque, per quanto concerne l’iniziativa ideata, è possibile proporre un prezzo simbolico di CHF 10.00 (a/r) per l’estensione fino a Melide, compresa anche una fermata aggiuntiva a Brusino Arsizio.

Dal punto di vista strategico e di sistema, l’iniziativa si inserisce nel progetto Interreg LUPO (LUgano-POrto Ceresio) finalizzato alla mobilità sostenibile transfrontaliera tra Lugano e Porto Ceresio nel quadro della cooperazione tra Cantone Ticino e Regione Lombardia per potenziare la navigazione come strumento concreto di sviluppo territoriale.