Il 118 compie 30 anni: a Como tanti eventi e il Tempio Voltiano si illumina di blu

Pubblicato il

Dal 20 al 27 marzo in tutta Italia si celebra questo importante anniversario. Anche a Como sono previste una serie di iniziative organizzate da AREU in collaborazione con le associazioni di volontariato e ANCI.

Como si prepara a celebrare i 30 anni dalla nascita del 118 in Italia. Il 27 marzo 1992, con Decreto del Presidente della Repubblica, veniva istituito il sistema di emergenza territoriale
118. In queste tre decadi il servizio, grazie anche a tecnologie all’avanguardia, è diventato sempre più innovativo.

Como, in particolare, è stata tra le prime province in Italia a organizzare il sistema secondo quanto previsto dal Decreto, già a maggio 1992, infatti, il sistema di emergenza territoriale era una realtà. Questo anche grazie a un gruppo di pionieri del mondo sanitario e della società civile che a metà degli anni Ottanta aveva mosso i primi passi per la nascita dell’Elisoccorso.

A fianco del personale medico, infermieristico e tecnico, in questi anni si è rivelato fondamentale anche il contributo delle associazioni di volontariato che ogni giorno partecipano con i propri volontari e dipendenti agli interventi di soccorso.

Dal 20 al 27 marzo, inoltre, il Tempio Voltiano, sarà illuminato di blu, il colore dell’emergenza, grazie alla partecipazione al progetto nazionale promosso dalle società scientifiche SIEMS e SIIET in collaborazione con ANCI.

Il programma degli eventi:

Sabato 26 marzo, dalle 14, all’ingresso del Broletto, la mostra fotografica “Come eravamo… e come siamo” con immagini rappresentative di 30 anni di soccorso a Como e in contemporanea un’esposizione di veicoli e divise storiche. Nella vicina piazza Duomo, inoltre, saranno presentati una serie di attività operative e di progetti: il NUE 112 – il Numero Unico per le emergenze, le attività educative di primo soccorso nelle scuole, il benessere psicologico in emergenza e la sensibilizzazione della popolazione laica all’importanza delle manovre salvavita e della defibrillazione precoce (in collaborazione con ComoCuore onlus).
Alle 17, sempre in piazza Duomo, un momento di saluto con le istituzioni, la cui collaborazione è fondamentale per il sistema di emergenza territoriale. Il saluto sarà preceduto, alle 16.45, da un flash mob che vedrà la partecipazione di personale di AREU e delle associazioni di volontariato. La giornata di festeggiamenti si concluderà alle 18.30 con la Santa Messa in Duomo.
Per sensibilizzare anche i più giovani alla cultura del soccorso, dalle 14 alle 16.30, è prevista una caccia al tesoro che vedrà la partecipazione degli studenti delle scuole superiori di secondo grado.

Domenica 27 marzo, infine, a Rovellasca, una simulazione di soccorso di evento maggiore che coinvolgerà oltre ad associazioni anche i Vigili del Fuoco e Protezione Civile.

Potrebbe interessarti

Como, aggredita con un coltello dal convivente in casa: la donna riesce a scappare e a farlo arrestare

Verso le 13 di ieri, una volante e il 118 sono stati inviati in...

Il Lake Como Wine Festival torna in città: quando e come partecipare

Il lago di Como dal 24 aprile al 1 maggio sarà per il decimo...

Fermato al valico Brogeda, in auto una pistola carica con 8 colpi. Arrestato

Prosegue senza sosta l’attività svolta dalla Guardia di Finanza e dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane...