Una decisione clamorosa quella che è stata presa all’inizio della diciannovesima tappa del Giro d’Italia 2020 prevista da Morbegno ad Asti.

A seguito della protesta dei corridori la frazione più lunga della Corsa Rosa (258 km) ha ottenuto una riduzione del percorso previsto dalla gara.

I chilometri in questione, un centinaio, verranno percorsi dalle squadre in pullman.

Dopo le fatiche dello Stelvio (257 chilometri) e complice il maltempo sono le motivazioni che hanno portato i corridori a fermarsi a Dubino dove saranno raggiunti da i pullman delle squadre in direzione Saronno, dove dovrebbe ripartire la competizione.

Tanta la delusione dei tifosi comaschi che aspettavano il passaggio del giro sul Lario nonostante la pioggia incessante.