Giro d’Italia a Como, l’assessore in “pressing” sui vertici di Rcs per strappare il si

0
958

“Una trasferta molto produttiva…..Abbiamo fatto squadra e Como ha mostrato le proprie carte per intero. Ce la possiamo fare…..”. Il bilancio, molto positivo, è di Simona Rossotti, assessore al turismo e marketing del comune di Como che oggi è stata a Prato Nevoso all’arrivo della tappa del Giro d’Italia. Con lei anche Paolo Frigerio di CentoCantù. Obiettivo portare una tappa della corsa rosa sul Lario fin dal prossimo anno se sarà possibile oppure – cosa più realistica – nel 2020. L’ultimo arrivo a Como di una tappa del Giro d’Italia risale al 1987.

Simona Rossotti e Paolo Frigerio hanno fatto “pressing” anche su Urbano Cairo, presidente di Rcs Media Group, la società che organizza la corsa rosa.

Poi hanno anche incontrato Mauro Vegni, il direttore del Giro (foto sopra) con il quale si sono intrattenuti a lungo per capire cosa serve dal punto di vista logistico per portare i ciclisti sul lungolago cittadino. Il si c’è, la data non ancora.