Giro d’Italia a Como: Fondazione Volta e Comune preparano una serie di eventi collaterali

0
1187

ASPETTANDO IL GIRO COMO PEDALA PER TURISMO,
INNOVAZIONE, CULTURA E PER … PASSIONE

Como è pronta ad ospitare l’arrivo della tappa del Giro d’Italia numero 102 che scatta da Bologna l’11 maggio. Aspettando l’arrivo della tappa di domenica 26 maggio, la città si tinge di rosa con una serie di eventi nell’evento: tutti da vivere insieme, che trasformeranno Como in una grande piazza colorata e valorizzeranno in modo importante un territorio dai diversi DNA: turistico, educativo, commerciale, ecologico, sportivo e culturale. Per accompagnare l’arrivo della Corsa Rosa – evento di mediaticità mondiale – Como mette in scena numerose iniziative che interpretano tutte le vocazioni della città collegate dalla passione per il ciclismo

Como, 29 aprile 2019 – Fondazione Alessandro Volta in collaborazione con il Comune di Como ha voluto apportare il proprio contributo alla città e al territorio costruendo un calendario di eventi che anticipano e preparano all’arrivo delGiro d’Italia.

Fondazione A. Volta ha pensato di organizzare, congiuntamente al Comune di Como, eventi in attesa dell’arrivo di tappa del Giro d’Italia – dichiara Luca Levrini presidente di FAV –. Preparare, anche culturalmente, la città a questo momento sportivo è infatti essenziale sia per generare consapevolezza del rilievo di tale manifestazione sia per attivare in ognuno di noi i positivi valori quotidiani che potrebbe portare uno sport come il ciclismo.

Il Giro d’Italia non è solo un evento sportivo, piuttosto è un momento che ci permette di riflettere su alcuni aspetti che riguardano la cultura dello sport. Tra questi la tradizione sportiva italiana e del nostro territorio, il valore dello sport come profondo sacrificio e sana competizione, la partecipazione collettiva e popolare a un evento, la salute, l’ecologia e sostenibilità del muoversi con una bicicletta. Per questo motivo – prosegue Levrini – abbiamo organizzato un’iniziativa per le scuole medie della città, la proiezione di un film e tre incontri con personaggi del mondo dello sport. L’iniziativa per le scuole medie intende raggiungere gli oltre 3.000 allievi con un libretto che verrà consegnato dagli studenti di scienze motorie dell’Università degli studi dell’Insubria.

Il libretto contiene uno scritto personale di Vincenzo Nibali, notizie sul Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo e spunti di discussione con gli insegnanti e le famiglie sulla salute e l’ecologia della biciletta. Gli incontri per la popolazione vedranno alternarsi autorità legate al mondo del ciclismo che affronteranno temi affini come la salute, l’ambiente, l’innovazione e la solidarietà. Il film vorrà dare importanza ad una figura fondamentale nell’etica e nel ruolo di squadra del ciclismo: il gregario. Tali iniziative intendono dare al valore dello sport un significato culturale che attinge nei valori e nelle virtù del ciclismo anche spunti per affrontare la vita di ogni giorno”.

“Quando domenica 26 maggio vedremo sfilare i campioni protagonisti del Giro d’Italia sulle strade di Como – dichiara Mario Landriscina, sindaco di Como – la nostra città avrà già raggiunto il traguardo portando la corsa più bella del mondo sul lago più bello del mondo dopo 32 anni dall’ultima tappa. L’arrivo di questo evento permetterà a milioni di persone in tutto il mondo di osservare e apprezzare il nostro splendido territorio e offrirà ai comaschi una serie di iniziative per scoprire e lasciarsi coinvolgere dall’emozionante storia del Giro, delle eccellenze sportive che Como può vantare nella sua storia, dai molteplici risvolti culturali che lo sport promuove.

Le proposte presentate oggi sono rivolte a tutti, appassionati e neofiti del ciclismo. Tra maglie e biciclette d’epoca, immagini, ricordi preziosi di momenti entrati nella leggenda, ogni elemento si fa suggestione dello spirito positivo che vorremmo ci accompagnasse alla corsa rosa e oltre, scoprendo o riscoprendo la cultura e i valori che lo sport riesce a infondere con energia”.