Giornata internazionale della donna, perché si celebra proprio oggi

0
660
Photo by Monica Melton on Unsplash

Oggi in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale della donna, scopriamo insieme il perché nel mondo è stata scelta questa data.

Pe festeggiare la Giornata internazionale delle donna ci ha pensato anche il motore di ricerca più famoso al mondo con il doodle di Google in cui si vedono due mani femminili alzate e intrecciate, una di colore bianca e l’altra nera.

Se credevate che nel mondo questa giornata, così intrisa di importanza e di significato, si festeggiasse sempre l’8 marzo vi stavate sbagliando.

La primissima festa della donna venne celebrata nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti per volere del Partito socialista americano, che per quella occasione invitò tutte le donne a partecipare alla manifestazione. Una manifestazione che vedeva al centro il diritto di voto femminili, tanto voluto e cercato dalle suffragette, o per meglio dire le suffragiste, ossia ile donne appartenenti al movimento di emancipazione femminile nato per ottenere il diritto di voto per le donne.

Nel 1910 la grande questione del diritto di voto femminile venne portata al VIII Congresso dell’Internazionale socialista, organizzato per l’occasione a Copenaghen, in Danimarca.

Fu Vladimir Lenin a istituire nel 1922 l’8 marzo come festa internazionale della donna per celebrarne i suoi diritti.

Erroneamente per molti anni si continuò a pensare che la Festa della donna venne instituita per ricordare l’incendio che uccise centinaia di operaie di una fabbrica a New York nel giorno dell’8 marzo 1908. Un incendio che in realtà non sarebbe mai avvenuto e che quindi non fu all’origine della festività.

E in Italia quando inizio a essere celebrata? Si dovette aspettare la Seconda guerra mondiale quando la festività fu ampiamente voluta dal Partito Comunista Italiano e dell’Unione delle Donne in Italia. Per celebrare la Feste della donna all’inizio si voleva usare la violetta ma alla fine la scelta prevalse sulla mimosa, il fiore per eccellenza che rappresenta ancora oggi l’8 marzo. La mimosa era il fiore che i partigiani regalavano alle staffette e da allora rimase il fiore simbolo per celebrare le donne e i loro diritti.

Oggi giorno l’8 marzo viene festeggiato in tutto il mondo come Giornata internazionale della donna con manifestazioni e proteste in oltre 70 paesi del mondo per ricordare il diritto di contare delle donne per liberarsi una volta per tutte degli stereotipi di genere e del gap salariale che ancora, anche in Italia, contribuisce a creare divari nel mondo del lavoro.