Festa si, ma senza eccedere. A Como c’è l’ordinanza per fermare i pericolosi botti

0
1724

Stop ai pericolosi botti di Capodanno. Il sindaco di Como Mario Landriscina ha firmato anche quest’anno l’ordinanza con l’obiettivo di tutelare gli animali domestici in particolare. Il divieto di esplodere petardi, mortaretti o altri artifici simili dalle 14 di oggi (31 dicembre) alle 8 di domani (1° gennaio) ai non titolari di specifica licenza e autorizzati all’attuazione di manifestazioni pirotecniche in luoghi pubblici. Il divieto riguarda le aree pubbliche particolarmente frequentate «o comunque in vicinanzadi altre persone, in particolare bambini ed anziani, ad una distanza inferiore a 100 metri da luoghi di ricovero, cliniche, ospedali, case di cura e di riposo», in presenza di animali domestici nonché in direzione degli stessi e a meno di 100 metri da ricoveri ed allevamenti di animali, a distanza inferiore a metri 100 da aree boschive e/o a rischio di incendio, tra cui porti ed aree di sosta e, infine, anche da terrazze a balconi.

In caso di violazioni sono previste multe che vanno da un minimo di 25 euro a un massimo di 500.