Esce il nuovo ricettario di Cucinare al Fresco dedicato a Papa Francesco

Pubblicato il

Condividiamo con piacere il comunicato di Cucinare al Fresco sul nuovo progetto editoriale dedicato a Papa Francesco.

Natale è alle porte e la redazione di Cucinare al fresco ha preparato un progetto molto particolare, un numero per le Feste dedicato a Papa Francesco.

Un’idea nata per caso, ma costruita con grande impegno e dedizione, giorno dopo giorno, lavorando in gruppo e condividendo idee e proposte. Tra i piatti più curiosi i Choripàn, ma anche le Espanadas di formaggio, l’insalata di langostinos e, perché no, un mata ambre. Autori, come sempre di queste ricette i redattori di Cucinare al fresco.

I ragazzi hanno lavorato per offrire al Santo Padre una selezione di piatti unici, ognuno dei quali con una propria anima perché tutte le ricette sono un percorso di vita. I redattori sono riusciti infatti a dare il meglio e a lavorare anche in modo introspettivo per ricordare la propria vita e le proprie origini.

Qualcuno di loro aveva già letto delle preferenze alimentari del Papa, ma la voglia di essere creativi ha preso il sopravvento tanto che la fantasia ha prevalso e il viaggio del gusto è andato ben oltre. Non solo ricette semplici, ma molto impegnative.

Un particolare ringraziamento a Davide Dionisi, giornalista di Radio Vaticana e conduttore della trasmissione I Cellanti attraverso la quale dà voce a chi è recluso. Proprio durante una divertente chiacchierata che anticipava un’intervista, è uscita l’idea che qui abbiamo concretizzato. Un altro ricettario, un altro passo in avanti. Dopo il Rotary Club Como che lo scorso anno ha finanziato l’edizione di Natale, quest’anno il progetto ha preso forma grazie alla BCC di Cantù, al suo Presidente, Angelo Porro, alla Camera Penale di Como-Lecco, al Presidente, Edoardo Pacia e al Tesoriere Simone Gilardi. E, ancora, alla ex Cassa Mutua Dipendenti della Camera di Commercio di Como.

“Come sempre questi gesti riempiono il cuore – spiega Arianna Augustoni coordinatrice del progetto – e danno la certezza che ogni idea è vincente perché all’interno delle carceri c’è tanta voglia di far sentire la propria voce, ma soprattutto, di rimettersi in gioco e di dimostrare i valori che ogni detenuto possiede. Si chiude un altro anno, il terzo del progetto e, per il 2022, le idee sono già tante e non ci sarà nessuno che ormai fermerà la redazione e i suoi redattori. Grazie, ancora una volta, ad Alessandro Tommasi e Giuseppe Bevilacqua che hanno seguito la grafica del nuovo ricettario e che, come me, hanno deciso di investire il loro tempo a titolo gratuito per fare qualcosa di buono”.

Il libro è disponibile alla Ubik di Como e su Amazon, le ricette saranno anche pubblicate nei profili social FB e Instagram “Cucinare al fresco”. L’iniziativa ha come obiettivo quello di realizzare una serie di ricettari di cucina i cui autori sono i detenuti che devono preparare la ricetta con ingredienti e strumenti a loro disposizione. Al momento sono una dozzina le carceri coinvolte da nord a sud. I detenuti del Bassone, dove ha sede la redazione, lavorano nella stanza tutti i giorni e il venerdì è programmata la riunione di redazione durante la quale si organizza il piano editoriale, le singole uscite e la ricerca di idee. Al momento sono 14 le pubblicazioni in circolazione, sono un centinaio di redattori coinvolti e la consegna delle ricette avviene via posta ordinaria, oppure per il tramite delle loro educatrici.

Potrebbe interessarti

Carnevale di Cantù, salta anche la sfilata del 25 febbraio: come avere il rimborso

Un altro scherzo del maltempo e purtroppo la finale del Carnevale di Cantù prevista...

A Como torna la Cena degli Sconosciuti: quando e come funziona

Si entra in un ristorante, non si conosce nessuno, passano 5 minuti e si...

Serre e giardini nella magia dell’inverno: le visite speciali a Villa Carlotta

Serre e giardini d'inverno.Una visita speciale in compagnia di un giardiniere di villa al...