Emergenza Covid: il Sant’Anna riapre 10 posti letto

0
1229
Ph Unsplash
Visto il pressoché costante aumento dei contagi e considerato il numero dei pazienti Covid positivi attualmente ricoverati all’ospedale Sant’Anna, la direzione di Asst Lariana, insieme all’Unità di crisi e al gruppo Coordinamento Covid, ha deciso di organizzare la riapertura di 10 posti letto nell’area Chirurgica 3.
L’attivazione di questo ulteriore reparto all’ospedale Sant’Anna per i pazienti Covid positivi è prevista per la giornata odierna. Al momento i pazienti Covid positivi ricoverati sono 14 nel reparto di Malattie Infettive e 6 nel reparto di Mariano Comense. La degenza di Mariano serve al ricovero di pazienti Covid positivi asintomatici o pauci sintomatici, in condizioni di stabilità clinica o che necessitano di completare la quarantena fino alla negativizzazione.
La decisione di attivare questi ulteriori 10 posti letto è legata, tra l’altro, al fatto che Asst Lariana è il centro di riferimento per il territorio comasco, individuata da Regione Lombardia, in quanto dotata delle unità operative di Malattie Infettive, Pneumologia e Terapia intensiva.
Allestita una nuova tensostruttura per accogliere i parenti dei pazienti in Pronto soccorso
All’ospedale Sant’Anna hanno allestito una nuova tensostruttura, riscaldata, che verrà utilizzata per accogliere i parenti dei pazienti del Pronto Soccorso.
Nei prossimi giorni saranno ultimati gli interventi legati a garantire il miglior comfort possibile per l’attesa dei cittadini. A conclusione dei lavori i due tendoni allestiti in agosto dalla Protezione Civile verranno smontati e riutilizzati in altre sedi di Asst Lariana. Nella nuova tensostruttura potranno essere accolte fino a 60 persone.
La onlus “Tra capo e collo” e la donazione al Sant’Anna di un ecografo per i pazienti oncologici
Hanno consegnato questa mattina un apparecchio ecografo donato al blocco operatorio dell’ospedale Sant’Anna. La donazione è stata fatta dall’associazione “Tra capo e collo”, rappresentata dal dottor Paolo Ronchi, ex primario dell’unità operativa di Chirurgia Maxillo-Facciale.