Currò chiede al Governo di fare ripartire Campione d’Italia:”Non c’è più tempo”

0
964
al Casinò di Campione potrebbero riaccendersi le luci

In questi giorni, assieme al collega Niccolò Invidia, stiamo depositando nel Decreto Concretezza l’emendamento per la ripartenza di Campione; emendamento che avevamo già presentato nel Decreto Semplificazioni, e che propone di modificare la pianta organica dei lavoratori comunali di Campione d’Italia. Una pianta organica che a nostro avviso deve essere congrua rispetto ai servizi erogati, precisando ovviamente che non sarà pari a quella precedente. Giovanni Currò, parlamentare comasco del movimento 5stelle, entra nella questione di Campione d’Italia dopo la protesta dei dipendenti lunedì pomeriggio con presidio e tessere elettorali gettate via in segno di forte protesta. Ed ecco le altre considerazioni di Currò nel suo post su Facebook.


Con riferimento ai servizi comunali, malgrado il buon lavoro svolto con i colleghi della Lega, chiediamo a Matteo Salvini, Ministro competente per materia, di provvedere il prima possibile ad un nuovo stanziamento, sbloccando i fondi necessari per la sopravvivenza del Comune. 

Rispetto alla riapertura del Casinò, abbiamo già ribadito in precedenza, che la nomina del commissario straordinario spetta al Ministero dell’interno, e visto il ritardo, abbiamo depositato un quesito volto a dare una risposta ai cittadini campionesi.

Ovviamente non ci aspettiamo che il Ministro Salvini motivi tale ritardo con l’appello in corso, in quanto il giudizio prescinde da volontà politiche.

I giudici non sono responsabili rispetto al governo del territorio, lo siamo noi e non dobbiamo sottrarci mai alle nostre responsabilità.

Occorre agire al più presto.

Per i campionesi non c’è più tempo!